Notre Dame: l’incendio e la ricostruzione a tre anni di distanza

4331 0

Quel pomeriggio gran parte del mondo si ritrovò con il naso all’insù per assistere impotente e sgomenta all’incendio della famosissima Cattedrale di Notre Dame di Parigi, gioiello architettonico costruito tra il XII e il XIV secolo. Era il 15 aprile del 2019https://www.insic.it/prevenzione-incendi/progettazione-antincendio/incendio-notre-dame-la-prevenzione-e-possibile/. L’ora, le 18.53.

Il Quaderno di Storia Pompieristica di aprile è dedicato all’incendio della Cattedrale di Notre Dame a Parigi. Sulla rivista Antincendio un abstract del contenuto di questa interessante pubblicazione curata dall’Ing. Amaro.

15 aprile 2019: l’Incendio di Notre Dame

L’ora in cui i parigini affollavano le strade della capitale, invogliati da un tiepido clima di inizio primavera. Poco prima delle 19.00 qualcosa accadde sugli enormi ponteggi che sovrastavano la cattedrale.

Tonnellate di ferro che gravano sul tetto dell’edificio. Dopo un primo falso allarme, un addetto alla sicurezza dell’edificio scoprì un inizio di incendio nella zona della flèche, la freccia in francese, quella meravigliosa guglia progettata dall’architetto Violet-le-Duc. Un’enorme costruzione di legno e piombo del peso di diverse tonnellate.

Incendio di Notre Dame: dinamica d’incendio

Tutto parte dalla sua base. In pochi minuti le fiamme si propagarono con una velocità impressionante, coinvolgendo l’intera copertura,  anch’essa composta di centinaia di travi di quercia. Il mondo cominciò a conoscere ciò che stava succedendo a Parigi e ben presto la notizia raggiunse ogni angolo del mondo, tanto che centinaia di milioni di persone assisterono turbate e profondamente sconfortate al crollo della flèche.

Come poteva essere possibile che si sviluppasse un incendio di tali dimensioni in uno dei monumenti più famosi e più controllati del mondo?

Incredibile è stato anche come l’incendio si sia sviluppato, senza che potesse essere arrestato dai vigili del fuoco, fino alla completa combustione di tutte le strutture lignee delle coperture e della guglia, ugualmente di legno, alta oltre 90 metri.

Notre Dame: l’intervento dei Vigili del fuoco

I Vigili del fuoco, con enormi rischi riuscirono a salvare tutti i tesori contenuti nella cattedrale, evitando che le fiamme aggredissero le travi dei due befroi, le grandi strutture lignee che sostengono le campane, all’interno delle due torri della facciata.

Se le strutture interamente di legno dei befroi avessero preso fuoco, sarebbero cadute le grosse campane, ma soprattutto, sarebbero crollate le torri e, con ogni probabilità, tutta la facciata e buona parte della chiesa. Le torri erano salve e con esse le enormi strutture lignee che sorreggevano le campane. Il fuoco fosse arrivato lì, il futuro della bellissima cattedrale sarebbe stato seriamente a rischio. Del tetto purtroppo non rimase pressoché nulla di integro. La preziosa intelaiatura lignea del XII secolo, denominata la forêt per la quantità di legno impiegato per la sua costruzione, era oramai persa per sempre. La ricostruzione Per i parigini il desiderio di ricostruire fu immediato.

Incendio Notre Dame: i lavori di messa in sicurezza e restauro

Venne così nominata una commissione speciale per i lavori di messa in sicurezza e di restauro. Di questa commissione fa parte il Professore Carlo Blasi, uno dei massimi esperti al mondo per la messa in sicurezza di edifici storici, che ci racconta, in maniera molto efficace la cronaca dell’evento e delle successive fasi di ricostruzione.

La conservazione e la fruizione del nostro patrimonio culturale di Notre Dame

Elena Imarisio e Letizia Sartoris ci raccontano invece cosa avvenne nel passato e cosa fecero gli uomini per la messa in sicurezza dei beni culturali, sia in tempo di pace, sia durante le cruenti fasi della Seconda guerra mondiale. Una breve ma intensa descrizione tratta dal volume Salvare Torino e l’arte, scritto dalle autrici dell’articolo insieme a Michele Sforza e pubblicato nel 2018 per i tipi della Graphot Editore di Torino.

La chiusura del Quaderno come di consueto è affidata a Giuseppe Amaro, che si pone l’interrogativo drammatico ma concreto se, quando gli eventi che già nel passato hanno funestato il patrimonio culturale nuovamente si manifestano, gli uomini comprendono veramente il problema emergente e sotteso rispetto a questo nostro patrimonio che è universale.

Cosa sono i I Quaderni di Storia per Antincendio?

La Rivista Antincendio (EPC Editore) ospita a partire dal gennaio 2021 nella rubrica “Quaderni di Sotria pompieristica” alcune storie affascinanti, e a volte anche difficili emotivamente, legate al soccorso, alla sicurezza, alla prevenzione che ci provengono dal passato.

Si tratta di abstract di vari argomenti, con approfondimenti contenuti ed affrontati dai Quaderni di Storia Pompieristica” reperibili in questa pagina.

La narrazione verrà seguita anche dalla Fondazione Egheomai che ha, tra le proprie finalità, anche la ricerca e la valorizzazione della storia dell’antincendio per trarne esperienza per le applicazioni alle realizzazioni di oggi e di quelle del futuro.

Conosci la rivista Antincendio?

Dal 1949 il punto di riferimento per Responsabili antincendio in azienda, progettisti, consulenti e Vigili del fuoco.
Progettazione antincendio, fire safety engineering, gestione della sicurezza e sistemi di esodo, manutenzione degli impianti, novità normative e tutte le risposte ai tuoi dubbi di prevenzione incendi.

La Rivista è disponibile per gli abbonati su PC e dispositivi mobili, in formato sfogliabile e PDF, con i singoli articoli dal 2004 ad oggi!

L’abbonamento comprende:

  • 12 fascicoli su carta,
  • 12 fascicoli online in formato sfogliabile sul sito www.epc.it da PC, smartphone e tablet;
  • I pdf dei singoli articoli pubblicati dal 2004 ad oggi consultabili sul sito www.epc.it da PC, smartphone e tablet.

Scopri la rivista e gli abbonamenti su carta e/o digitale e Abbonati usando l’apposito Modulo!

Incendio di Notre Dame: articoli dalla rivista Antincendio

AntincendioSettembre2020Brucia la cattedrale di Nantes, un altro pezzo di storia divorato dalle fiammeFlaminia Ciccotti
AntincendioAgosto2019Notre Dame, la Signora di ParigiPaola De Nictolis
AntincendioDicembre2019Notre Dame, più vicina al collasso di quanto si sappia: così fu salvataPaola De Nictolis

Notizie e approfondimenti su Incendio di Notre Dame

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore