fire_protection_antincendio_spegnimento

A quanto ammontano le spese antincendio in Europa (ed in Italia)?

1084 0

Nel 2021, la spesa totale delle amministrazioni pubbliche nei paesi dell’UE per i servizi di protezione antincendio è stata pari a 34,1 miliardi di euro, con un aumento del 2,5% rispetto al 2020.

Lo riporta EUROSTAT in una recente ricerca che in grafici e mappe riporta anche i dati europei dei singoli paesi. L’Italia contribuisce per lo 0,4% del totale europeo delle spese antincendio, in linea con la media UE (0,5%). Un dato costante, ma inferiore allo 0,2% la percentuale rispetto alla spesa interna registrata dal nostro Paese.

Spese antincendio nell’UE: i numeri

 La quota sulla spesa totale delle amministrazioni pubbliche europee per la prevenzione incendi è di 34,1 miliardi di euro, lo 0,5% della spesa totale pubblica europea per i servizi antincendio ed è rimasta stabile intorno allo 0,4 – 0,5% dall’inizio della serie temporale nel 2001.

Ovviamente, spiega Eurostat, la quota della spesa pubblica per la protezione antincendio in rapporto alla spesa totale varia tra i paesi dell’UE.

Spese antincendio_eurostat

Cosa si intende per “spesa antincendio?

La voce “Servizi antincendio” cui si riferisce Eurostat fa parte della divisione “Ordine pubblico e sicurezza” del COFOG, la Classification Of Function Of Government o classificazione della spesa pubblica internazionale adottata come standard dal Sec95 (il sistema europeo dei conti nazionali e regionali). Secondo la classificazione, si tratta di un inseme di voci:

  • “amministrazione degli affari e dei servizi di prevenzione incendi e lotta antincendio;
  • funzionamento dei vigili del fuoco regolari e ausiliari e degli altri servizi di prevenzione e lotta antincendio gestiti dalle autorità pubbliche;
  • gestione o sostegno di programmi di formazione sulla prevenzione incendi e lotta antincendio.

Comprende anche i servizi di protezione civile come il soccorso alpino, la sorveglianza delle spiagge, l’evacuazione delle zone allagate, ecc.”

Chi spende di più per i servizi antincendio in Europa?

Chi ha speso di più? Eurostat riporta che nel 2021, Lituania e Romania hanno registrato la quota più elevata di spesa per i servizi antincendio con lo 0,7% della spesa totale, seguite da Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Estonia, Grecia e Lussemburgo con lo 0,6%.

Al contrario, la Danimarca ha riportato la quota più bassa di spesa per i servizi antincendio sulla spesa totale, pari allo 0,1%, seguita da Cipro, Ungheria, Malta, Austria, Portogallo e Slovenia, tutti con lo 0,3%.

Servizi antincendio: la spesa europea cresce negli ultimi 10 anni

Secondo Eurostat, dal 2011 e nell’arco di un decennio, la maggior parte dei paesi dell’UE ha aumentato la spesa totale e la spesa per i servizi antincendio. Il Lussemburgo ha registrato l’aumento più elevato delle spese per i servizi antincendio (+387%). Solo tre paesi dell’UE hanno ridotto la spesa per i servizi antincendio nel 2021 rispetto a dieci anni prima: Cipro (-20%), Danimarca (-17%) e Croazia (-14%).

La spesa antincendio in Italia

Il nostro paese è al 6° posto in Europa (considerando 30 paesi) con 55,3% di spesa

L’Italia contribuisce alla spesa per i servizi antincendio, con 3. 757 milioni di euro e registra una quota pari allo 0,4% della spesa totale europea, in linea con Paesi come Belgio, Irlanda e Spagna, Olanda, Polonia e Svezia e Lettonia (vedi sotto). Un dato invariato dal 2016, anno in cui cominciano le rilevazioni di Eurostat.

La percentuale è comunque al di sotto dei valori di Lituania e Romania (quasi doppia rispetto alla percentuale italiana) ma di poco sotto rispetto alla percentuale europea dei 27 stati membri che è ferma allo 0,5% delle spese totali.

Rispetto alla spesa interna nazionale, gli investimenti per i servizi antincendio si fermano allo 0,2% della spesa nazionale, ponendoci al 10°posto in Europa su 30 paesi europei analizzati (vedi sotto).

A Safety Expo 2023: tutte le novità per la salute, sicurezza e la prevenzione incendi

Safety Expo 2022

Tutte le principali novità e gli aggiornamenti normativi sul mondo della salute e sicurezza e della prevenzione incendi saranno presentati e commentati a Safety Expo 2023!

I maggiori esperti della sicurezza e dell’antincendio, le istituzioni, le associazioni ed i principali portatori di interesse (aziende e sindacati) e tutti gli operatori della sicurezza (consulenti, responsabili della sicurezza, progettisti e professionisti della prevenzione incendi) potranno confrontarsi a Bergamo il 20 e 21 settembre!

Registrati gratuitamente e scopri tutti gli eventi dell’Agenda Safety Expo 2023!

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it