Ponte_infrastruttura

Sostegni bis: infrastrutture e mobilità, arriva la compensazione per le appaltatrici

1884 0

Mentre arriva in Aula, oggi,  la discussione generale sul disegno di legge di conversione del Decreto Sostegni bis (vedi qui le misure in materia di sicurezza) Decreto 25 maggio 2021, n. 73, il Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili annuncia il voto favorevole su un emendamento parlamentare che assicura un meccanismo di compensazione a favore delle aziende appaltatrici di opere pubbliche al fine di mitigare l’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione.

A chi spetta e come ottenere la compensazione? Quali altre misure per infrastrutture e mobilità sostenibili sono in vista nel DL Sostegni Bis?

Compensazione per aziende appaltatrici: cosa cambia per i contratti in esecuzione

Il Ministero spiega che per i contratti in corso di esecuzione entro il 31 ottobre 2021, con proprio decreto, indicherà le variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all’8%, relative al primo semestre 2021 dei prezzi dei principali materiali da costruzione.

Come determinare la compensazione per l’aumento dei materiali da costruzione

 La compensazione è determinata applicando alla quantità dei singoli materiali, impiegati nelle lavorazioni eseguite e contabilizzate dal direttore dei lavori dal primo gennaio 2021 al 30 giugno 2021, le variazioni rilevate dal decreto ministeriale.

Come ottenere la compensazione?

Per le variazioni in aumento l’appaltatore è tenuto a presentare alla stazione appaltante apposita istanza di compensazione entro 15 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale.

Come utilizzare la compensazione?

Per far fronte alle compensazioni, ciascuna stazione appaltante potrà utilizzare nei limiti del 50% le somme accantonate per imprevisti nel quadro economico di ogni progetto. In caso di insufficienza delle risorse, le stazioni appaltanti potranno attingere al Fondo per l’adeguamento dei prezzi, appositamente istituito presso il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, con una dotazione di 100 milioni.

DL Sostegni bis: le misure per le infrastrutture

Il Dl “Imprese, Lavoro, Giovani e Salute” (‘Sostegni bis’) contiene diverse misure per il settore infrastrutture e mobilità sostenibili. Vediamo quali

Trasporto pubblico locale

  • 450 milioni di euro per il 2021 da destinare ai servizi aggiuntivi, per favorire spostamenti in sicurezza tenendo conto della graduale ripresa delle attività e delle esigenze di mobilità legate alla riapertura delle scuole a settembre, contestualmente alla necessità di contenere la diffusione del virus Covid-19.  Il nuovo stanziamento si aggiunge ai 390 milioni già previsti per lo stesso scopo dal precedente governo.

Come utilizzare le risorse per il TPL?

Una parte delle nuove risorse, fino a un massimo di 45 milioni, sarà erogata per compensare i maggiori costi sostenuti dalle aziende per le attività di sanificazione e igienizzazione dei mezzi e per le altre iniziative volte a ridurre i rischi di diffusione del virus per gli utenti del trasporto pubblico locale. Per mettere a disposizione dei cittadini i servizi aggiuntivi, le Regioni e i Comuni possono anche ricorrere ad altri operatori economici, taxi o servizio di noleggio con conducente (Ncc), stipulando apposite convenzioni.

Nei limiti delle risorse assegnate alle Regioni e alle Province autonome, le convenzioni possono essere stipulate anche dagli uffici dirigenziali periferici del Ministero dell’Istruzione nel caso in cui dai tavoli prefettizi emerga la necessità di erogare servizi aggiuntivi di trasporto destinati esclusivamente agli studenti.

Sostegno ai Piani di mobilità del Mobility Manager

Per mettere in atto i piani di mobilità predisposti dal ‘mobility manager’ (vedi il nostro approfondimento su questa figura) il DL Sostegni bis prevede: un fondo di 50 milioni per l’anno 2021 per un più efficace utilizzo dei mezzi pubblici, con un adeguato raccordo tra orari di lavoro e di scuola e gli orari dei servizi di Tpl. I contributi sono rivolti a iniziative di mobilità sostenibile, inclusi car-pooling, car-sharing, bike-pooling, bike-sharing e le risorse sono così distinte:

  • 35 milioni alle pubbliche amministrazioni e alle imprese che abbiano nominato il mobility manager e predisposto, entro la fine di questa estate, il piano di spostamenti casa-lavoro del personale.
  •  15 milioni sono destinati agli istituti scolastici che abbiano nominato il proprio mobility manager e disposto il piano degli spostamenti per gli studenti e per il personale scolastico.

Strade e monitoraggio sicurezza: ad Anas 35,5 milioni

Fondi per Anas nel DL Sostegni bis

  •  35,5 milioni di euro per il 2021 per la manutenzione, il monitoraggio, la sicurezza e la sorveglianza delle strade statali in seguito all’aumento di 3.716 chilometri della rete di propria competenza.
  • potrà assumere con contratto a tempo determinato 370 unità di personale di alto profilo professionale (ingegneri, tecnici specializzati nell’impiantistica e nell’elettronica, ispettori e manutentori);

Sostegno al trasporto aereo

  • 100 milioni di euro per il 2021 per sostenere gli operatori nazionali del trasporto aereo (diversi da Alitalia) in considerazione dei danni economici subiti dal settore dell’aviazione per il calo dei passeggeri a causa della pandemia.
  • Per Alitalia è prevista invece la concessione, con un decreto del Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, di un finanziamento a titolo oneroso non superiore a 100 milioni di euro per assicurare la continuità operativa e gestionale;
  • misure di sostegno sono previste anche per le imprese che svolgono attività aeroportuali (gestori aeroportuali e prestatori di servizi a terra). Il fondo per gli aiuti al settore, partito con una dotazione di 500 milioni, viene incrementato di 300 milioni per il 2021;
  • viene prorogato fino al 31 dicembre 2021 l’esonero dal pagamento degli oneri previdenziali e assistenziali per le imprese che svolgono attività di cabotaggio;

Acquisto DPI e sanificazione, contributi in arrivo dal DL Sostegni bis

  • Autorizzata la spesa delle Capitanerie di porto/Guardia Costiera pari a oltre 1,9 milioni di euro per la sanificazione e l’acquisto di materiale di protezione individuale e il pagamento del lavoro straordinario in relazione all’emergenza sanitaria.

DL Sostegni bis: approfondisci su InSic…

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it