reti di sicurezza_cantiere

Reti di sicurezza in cantiere: aggiornamenti da UNI

985 0

In vigore dal 22 febbraio 2024 la UNI 11939:2024 “Attività professionali non regolamentate – Installatore di reti di sicurezza – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità”.
E’ l’ultima UNI delle ultime norme UNI in materia di reti di sicurezza: vediamo quali sono e di cosa trattano.

Installatore di reti di sicurezza: i requisiti del professionista

La norma UNI 11939:2024 “Attività professionali non regolamentate – Installatore di reti di sicurezza – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità” definisce i requisiti relativi all’attività professionale dell’installatore di reti di sicurezza, ossia la figura professionale che ne effettua il montaggio, lo smontaggio e le ispezioni delle reti di sicurezza che sono per esempio, quelle previste nelle UNI EN 1263-1, UNI EN 1263-2, UNI 11808-1 e UNI 11808-2.

L’attività professionale descritta è articolata in tre livelli: base, intermedio e avanzato.

La norma definisce compiti e attività specifiche dell’installatore – anche in funzione del suo grado di competenza – quali ad esempio:

  1. pianificazione delle attività;
  2. organizzazione del luogo di lavoro e/o del cantiere;
  3. controllo della struttura di supporto;
  4. posa della rete di sicurezza;
  5. sostituzione/ripristino della rete di sicurezza;
  6. ispezione al montaggio della rete di sicurezza;
  7. ispezione periodica della rete di sicurezza;
  8. ispezione straordinaria della rete di sicurezza.

Reti di sicurezza: le altre norme UNI

Sulle reti di sicurezza, UNI ha redatto diverse norme tecniche:

  1. UNI EN 1263-1 Attrezzature provvisionali di lavoro – Reti di sicurezza – Parte 1: Requisiti di sicurezza, metodi di prova;
  2. UNI EN 1263-2 Attrezzature provvisionali di lavoro – Reti di sicurezza – Parte 2: Requisiti di sicurezza per i limiti di posizionamento;
  3. UNI 11808-1 Attrezzature provvisionali – Reti di sicurezza di piccole dimensioni con fune sul bordo – Parte 1: Reti con lato corto da 3 m a 5 m – Requisiti di sicurezza, metodi di prova e condizioni di utilizzo;
  4. UNI 11808-2 Attrezzature provvisionali – Reti di sicurezza di piccole dimensioni con fune sul bordo – Parte 2: Reti rettangolari con lato corto da 2 m a 3 m – Requisiti di sicurezza, metodi di prova e condizioni di utilizzo;
  5. UNI CEI EN ISO/IEC 17024 Valutazione della conformità – Requisiti generali per organismi che eseguono la certificazione di persone;
  6. CEN Guide 14 Common policy guidance for addressing standardisation on qualification of professions and personnel.

Reti di Sicurezza: cosa sono

Le reti di sicurezza sono dei dispositivi di protezione collettiva non prevista dal TUS, per la protezione dei lavoratori dalle cadute dall’alto.

Forniscono protezione, garantendo ai lavoratori senza limitarne i movimenti: assorbono l”energia della caduta, fornendo un atterraggio morbido che riduce i danni da caduta.

La loro regolamentazione si può ritrovare negli articoli 111 “Obblighi del datore di lavoro nell’uso di attrezzature per lavori in quota” e Articolo 122 – Ponteggi ed opere provvisionali del testo unico di Sicurezza.

Reti di Sicurezza: la guida operativa INAIL

INAIL ha realizzato una Guida tecnica per la scelta, l’uso e la manutenzione delle Reti di sicurezza. Si tratta di un documento di riferimento redatto dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici, che ha lo scopo di fornire indirizzi operativi utili a effettuare la scelta, l’uso e la manutenzione delle reti di sicurezza da utilizzare in luoghi di lavoro in cui ci sia il rischio di caduta dall’alto.

Intende suggerire anche una metodologia per la valutazione del rischio di caduta dall’alto e/o di urto contro le reti di sicurezza stesse.
Si riporta anche un elenco non esaustivo di lavori per i quali trovano impiego le reti:
• lavori di costruzione e manutenzione di edifici
• lavori di costruzione e manutenzione di ponti
• lavori di costruzione e manutenzione di viadotti
• lavori di costruzione e manutenzione infrastrutture
• lavori su coperture.

Il volume è accessibile gratuitamente dalle pagina di INAIL

Per approfondire sulla sicurezza in cantiere

InSic suggerisce i seguenti Libri di edilizia di EPC Editore dedicati al mondo della sicurezza nei cantieri

Come organizzare la sicurezza nei cantieri?

Abc della sicurezza nei cantieri in cinque lingue

Semeraro Giuseppe
Manualistica per i lavoratori
Edizione: luglio 2022
Pagine: 128
Formato: 115×165 mm
€ 6,00

Manuale per i lavoratori stranieri in italiano, polacco, romeno, albanese e arabo.


Il cantiere sicuro
Semeraro Giuseppe
Libro
Edizione: maggio 2022 (VII ed.)
Pagine: 672
Formato: 170×240 mm
€ 38,00

Tecnica di prevenzione infortuni nei cantieri edili e di ingegneria civile


SICUREZZA NEI CANTIERI illustrata
De Rossi Manuel, Semeraro Giuseppe
Libro
Edizione: ristampa febbraio 2022
Pagine: 240
Formato: 150×210 mm

€ 21,85

La legislazione di tutela della salute e sicurezza nei cantieri e in quota disegnata


Guida per i coordinatori sicurezza di cantieri pubblici e privati
Lusardi Giulio
Libro
Edizione: febbraio 2022 (XIV ed.)
Pagine: 802
Formato: 170×240 mm

Secondo il D.Lgs. 81/2008 (agg. Ispett. Naz. Lav. 11/ 2020 e D.L. 146/2021 conv. con L. 215/2021), il D.Lgs. 50/2016 Codice dei contratti pubblici e s.m. e con le misure anti COVID-19 (D.P.C.M. 26/4/2020, Protocollo 6/4/2021, D.L.127/2021 conv. con L. 165/2021).


Abc della sicurezza nei cantieri edili e stradali
Manualistica per i lavoratori
Edizione: novembre 2021
Pagine: 96
Formato: 115×165 mm
€ 6,00

Manuale ad uso dei lavoratori. Informazione dei lavoratori ai sensi dell’art. 36 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.
Aggiornato con il D.I. 22/01/2019 sulla segnaletica stradale.


Sicurezza nei cantieri: la formazione di Istituto Informa

InSic suggerisce fra i Corsi di Istituto Informa per l’edilizia:

IN VIDEOCONFERENZA

Valido come corso di Aggiornamento (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) per:
– Responsabili e Addetti SPP
– Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori

16 Crediti Formativi (CFP) CNI, CNAPPC e CNPI

Come diventare coordinatori per la sicurezza in cantiere?

inSic suggerisce il “Corso di formazione per Coordinatori della Sicurezza nei cantieri”

La formazione obbligatoria per l’idoneità alla funzione – 120 ore
Valido come attestazione per lo svolgimento della funzione di coordinatore per la progettazione e l’esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 – Titolo IV, Capo I, art. 98)

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore