SafetyExpo 2018
APPROFONDIMENTI
Su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro si parla di... BIM
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Edilizia
Su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro si parla di... BIM Sul numero di gennaio della rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro un articolo di Lorenzo Nissim e Anna Moreno, ingegneri, soci fondatori di IBIMI (Associazione di attività inerenti l'impiego ed utilizzo del Building Information Modeling) illustra il significato ed i possibili usi del BIM (Building Information Modelling).

In un mondo sempre più basato sulle tecnologie digitali, la maggior parte delle imprese edili nazionali continua a lavorare con documenti cartacei, spesso non aggiornati e di difficile interpretazione. Inoltre, una volta consegnato l'edificio al proprietario, quest'ultimo difficilmente ottiene tutte le informazioni di cui ha bisogno negli anni per eseguire la manutenzione ordinaria e straordinaria dell'edificio. È tipico, ad esempio, che se dopo dieci anni si verifica una perdita che mostra una macchia di umidità sulla parete, il proprietario non abbia la pianta dell'impianto idraulico e che quindi debba richiedere un intervento piuttosto invasivo; al contrario, sapere in anticipo dove c'è un raccordo che presumibilmente ha ceduto, consentirebbe di intervenire direttamente sul punto specifico.
Come pure è difficile che lo stesso proprietario abbia conservato i dépliant della rubinetteria o dello scaldabagno e, nel caso di rotture, va sempre preventivato un primo sopralluogo dell'idraulico al quale segue un periodo di attesa per la richiesta del nuovo pezzo e infine l'intervento vero e proprio, con conseguente disagio e maggiore spesa rispetto a quella preventivabile con informazioni attendibili e già disponibili.
Il BIM, si spiega nell'articolo, è una nuova modalità di gestire le informazioni di una struttura edile, che permette di risparmiare tempo e denaro durante la fase di realizzazione, ma anche - e soprattutto - di ottimizzare la fase di gestione dell'edificio stesso, con indubbi vantaggi per tutta la filiera edile.
Il BIM non consente semplicemente di lavorare con un software più o meno sofisticato che permette la progettazione di un edifico in 3D, piuttosto che con i tradizionali progetti cartacei, ma è soprattutto una modalità nuova per gestire le informazioni di una struttura edile, che permette di risparmiare tempo e denaro durante la fase di realizzazione, ma soprattutto durante la fase di gestione di un edificio. Il BIM, in particolare nei paesi del nord Europa è ampiamente utilizzato anche per la realizzazione e gestione delle infrastrutture.

L'articolo completo è disponibile sulla Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro (n.1/2017) che è disponibile online per gli abbonati in formato sfogliabile e PDF, e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS)

Riferimenti bibliografici:
I vantaggi del BIM nelle fasi di gestione e manutenzione di un edificio
Lorenzo Nissim, Anna Moreno
Su Ambiente&Sicurezza sul lavoro n.1/2017

Sul BIM EPC Editore ha editato:
BIM Modellazione elettronica delle informazioni edili per un'edilizia sostenibile
Di Lorenzo Nissim (prefazione di Anna Moreno)
Edizione: ottobre 2016
Il testo, con un discorso fluido e pragmatico, offre un'inquadratura generale e indipendente sia della filosofia che del metodo, senza per altro evitare di andare più nel dettaglio dove la chiarezza espositiva lo richiede. Un testo fondamentale per tutti i professionisti che guardano ai mercati internazionali o che non vogliono subire i cambiamenti ma anticiparli e proporsi con servizi oggi innovativi ma ben presto necessari per rimanere nel mercato. Il testo è utile anche per coloro che temono i cambiamenti per comprendere che si può cambiare con piccoli passi innalzando la qualità del lavoro.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: