STUDI E RICERCHE
EU-OSHA online la relazione annuale 2014
fonte: 
EU-OSHA
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
EU-OSHA online la relazione annuale 2014 La Relazione annuale Eu-Osha descrive i vari modi in cui l'Agenzia europea contribuisce a migliorare le condizioni di lavoro in Europa. Le caratteristiche principali del calendario 2014 comprendevano l'adozione del nuovo quadro strategico dell'Unione europea in materia di sicurezza e salute sul lavoro, il tanto atteso lancio di OSHwiki, il successo degli strumenti OiRA per aiutare le micro e le piccole imprese a effettuare la valutazione dei rischi e la pubblicazione della "Guida elettronica alla gestione dello stress e dei rischi psicosociali "


Nella sua relazione 2014, l'Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro (EU-OSHA) delinea gli eventi importanti dell'anno, promuovendo la salute e sicurezza sul lavoro (SSL) al fine di migliorare le condizioni di lavoro in Europa.
Le attività chiave dell'EU-OSHA sono descritte nel suo programma strategico pluriennale per il periodo 2014-2020, anch'esso adottato nel 2014. Uno dei sei ambiti prioritari è costituito dalle conoscenze di rete, con un'attenzione particolare su OSHwiki, una nuova piattaforma web che fornisce informazioni basate su dati oggettivi e una modalità di collegamento per la comunità SSL.
Da quando è stata inaugurata durante il XX Congresso mondiale sulla sicurezza e la salute sul lavoro di Francoforte, più di 300 autori sono entrati a far parte della comunità OSHwiki e hanno contribuito con continuità realizzando numerosi nuovi articoli in diverse lingue.

Prima della fine del 2014, sono stati pubblicati 47 strumenti e altri 30 sono in fase di sviluppo e sono state registrate più di 27 000 valutazioni.
Sono stati organizzati quattordici seminari per promuovere gli strumenti OiRA o strumenti settoriali specifici tra le piccole e medie imprese (PMI). A dicembre si è svolta una conferenza sotto gli auspici della Presidenza italiana del Consiglio dell'UE ("Sostenere crescita e competitività delle imprese promuovendo salute e sicurezza sul lavoro in tempi di crisi") che comprendeva un seminario dedicato ad OiRA. OiRA ha avuto un ulteriore riconoscimento della sua importanza nell'ambito del nuovo Quadro strategico dell'UE in materia di salutee sicurezza sul lavoro grazie all'importante contributo apportato alle PMI nel a soddisfare i requisiti di SSL.

Nel 2014 si sono conclusi i lavori iniziali del progetto "Improving occupational safety and health in micro and small enterprises in Europe" (Miglioramento della sicurezza e della salute sul lavoro nelle micro e piccole imprese europee). Lo scopo era quello di individuare le condizioni chiave che caratterizzano gli ambienti in cui la gestione della SSL può essere notevolmente migliorata.
Nel 2014, EU-OSHA ha pubblicato un'importante relazione sulla base del proprio progetto di previsione su larga scala: "Current and emerging occupational safety and health (OSH) risks in the healthcare sector, including home and community care" (Rischi attuali ed emergenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL) nel settore sanitario, comprese le cure domiciliari ed esterne). La relazione pone l'accento sulle sfide che il settore deve affrontare, tra cui l'aumento della domanda di assistenza sanitaria e la necessità di maggiore assistenza a lungo termine, la carenza di professionisti esperti e qualificati e il sempre maggiore impiego di tecnologie che richiedono nuove competenze. Sempre in relazione al prossimo progetto di previsione, è stata pubblicata un'altra importante relazione: i risultati di uno studio sulle tendenze emergenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro, lo "Scoping study for a foresight on new and emerging occupational safety and health (OSH) risks and challenges" (Studio preliminare di previsione dei rischi nuovi ed emergenti per la sicurezza e salute sul lavoro). Sono stati individuati tre argomenti che saranno potenzialmente oggetto del prossimo studio prospettico, ossia: l'impatto delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione sulla SSL; le tendenze in materia di gestione delle risorse umane; l'impatto della crisi finanziaria su sicurezza e salute sul lavoro.

Nel 2014, uno dei contributi chiave alla campagna Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato è stata la "Guida elettronica alla gestione dello stress e dei rischi psicosociali". Disponibile in più di 30 versioni nazionali, la guida è pensata per aiutare datori di lavoro e dipendenti delle micro e piccole imprese a riconoscere i rischi psicosociali e quelli posti dallo stress sul posto di lavoro. La guida fornisce esempi di buone prassi su come gestire efficacemente tali rischi e affronta le preoccupazioni e i falsi preconcetti più diffusi riguardo ad essi.
La relazione annuale contempla anche il 2015, che si prospetta un anno ricco di eventi. A novembre 2015 si chiuderà la campagna in corso, Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato, che ha visto la partecipazione del più alto numero di partner ufficiali della campagna di sempre. Sono iniziati anche i lavori per la campagna 2016-2017, Ambienti di lavoro sani e sicuri a qualsiasi età, che si concentrerà soprattutto sulla promozione di una vita lavorativa sostenibile.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito osha.europa.eu 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: