Etichette Ambientali di Prodotto, cosa sono e obbligatorietà

9827 0

Le etichette ambientali di prodotto, conosciute anche come eco-etichette, sono legate al tema della sostenibilità e alla necessità delle aziende di comunicare la certificazione ambientale dei propri prodotti e servizi.

Cosa sono le etichette ambientali di prodotto

Le eco etichette sono certificazioni di prodotto necessarie per fornire al consumatore informazioni chiare, sintetiche e trasparenti rispetto alle prestazioni ambientali di un prodotto o servizio.
Rappresentano uno strumento per favorire la diffusione di prodotti “verdi” facendo leva sul coinvolgimento dei consumatori, delle amministrazioni e delle imprese.
Le etichette ambientali sono applicate direttamente sul prodotto e forniscono informazioni sulla sua performance ambientale.

Le eco etichette si suddividono in obbligatorie e volontarie.

Etichette obbligatorie

Le etichette ambientali di prodotto obbligatorie riguardano quei prodotti per i quali è obbligatorio per le imprese informare ed essere valutati circa le caratteristiche ambientali. Per esempio le etichette energetiche degli elettrodomestici.

Etichette volontarie

Parliamo di certificazioni volontarie quando le imprese possono scegliere di applicarle o meno ai loro prodotti al fine di informare i consumatori circa l’impatto che il prodotto ha sull’ambiente.

Tre tipologie di etichette ambientali di prodotto volontarie

Le etichette di tipo volontario sono istituite dalla norma ISO 14020.

La norma UNI EN ISO 14020:2002 stabilisce i principi guida per lo sviluppo e l’utilizzo di etichette e dichiarazioni ambientali. E’ la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN ISO 14020. E’ previsto che altre norme applicabili della ISO 14020 siano utilizzate unitamente alla presente norma. La norma non è destinata all’utilizzo come specifica a fini di certificazione e registrazione.

Le etichette di questo tipo possono essere classificate in tre tipologie:

Etichette ambientali Tipo I – ISO 14024

Etichette ecologiche volontarie basate su un sistema multicriteria che considera l’intero ciclo di vita del prodotto sottoposte a certificazione esterna da parte di un ente indipendente. Tra queste rientra, ad esempio, il marchio europeo di qualità ecologica ECOLABEL.

La norma UNI EN ISO 14024:2018 stabilisce i principi e le procedure per lo sviluppo di programmi di etichettatura ambientale di Tipo I; include la selezione delle categorie di prodotto, dei criteri ambientali di prodotto e delle caratteristiche funzionali di prodotto; per la valutazione e la dimostrazione della conformità. Stabilisce quindi le procedure di certificazione per l’assegnazione dell’etichettatura.

Autodichiarazioni ambientali Tipo II – ISO 14021

Etichette ecologiche che riportano auto-dichiarazioni ambientali da parte di produttori, importatori o distributori di prodotti, senza che vi sia l’intervento di un organismo indipendente di certificazione (tra le quali: ”Riciclabile”, “Compostabile”, ecc.)

La norma UNI EN ISO 14021:2016 specifica i requisiti per le asserzioni ambientali auto-dichiarate (etichettatura ambientale di Tipo II); comprese dichiarazioni, simboli e grafica relativi ai prodotti. Inoltre descrive termini selezionati e generalmente utilizzati nelle asserzioni ambientali auto-dichiarate; una valutazione specifica e specifici metodi di valutazione e verifica per le asserzioni selezionate nella presente norma internazionale.

Dichiarazioni Ambientali di Prodotto ISO Tipo III – ISO 14025

Etichette ecologiche che riportano dichiarazioni basate su parametri stabiliti e che contengono una quantificazione degli impatti ambientali associati al ciclo di vita del prodotto calcolato attraverso un sistema LCA. Sono sottoposte a un controllo indipendente e presentate in forma chiara e confrontabile. Tra di esse rientrano, ad esempio, le “Dichiarazioni Ambientali di Prodotto”.

La norma UNI EN ISO 14025:2010 stabilisce i principi e specifica le procedure per lo sviluppo delle dichiarazioni ambientali di Tipo III e dei programmi corrispondenti. Inoltre stabilisce i principi relativi all’utilizzo delle informazioni ambientali in aggiunta a quelli forniti dalla UNI EN ISO 14020.

(Fonte ISPRA)

Per saperne di più consulta:
Vademecum dell’ambiente
Stefano Sassone
EPC Editore

Partecipa al corso di formazione:
Auditor di Sistemi di Gestione Ambientale
ISTITUTO INFORMA

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore