fbpx

Il DL Semplificazioni è legge: le novità per l’ambiente

268 0
È stato convertito in legge (L. n. 35/2012) il Decreto Semplificazioni (DL. 5/2012) che al suo interno contiene alcuni importanti riferimenti alla tutela ambientale.
Trasporto di rifiuti
All’articolo 24 è stato aggiunto un comma d bis) che modifica l’articolo 194 comma 3 del Codice Ambiente, disponendo che “Le imprese che effettuano il trasporto transfrontaliero di rifiuti, fra i quali quelli da imballaggio, devono allegare per ogni spedizione una dichiarazione dell’autorità del Paese di destinazione dalla quale risulti che nella legislazione nazionale non vi siano norme ambientali meno rigorose di quelle previste dal diritto dell’Unione europea, ivi incluso un sistema di controllo sulle emissioni di gas serra, e che l’operazione di recupero nel Paese di destinazione sia effettuata con modalità equivalenti, dal punto di vista ambientale, a quelle previste dalla legislazione in materia di rifiuti del Paese di provenienza”.
Autorizzazione unica ambientale
Entro sei mesi dall’entrata in vigore del decreto, il Governo dovrà emanare un regolamento volto a disciplinare l’autorizzazione unica ambientale e a semplificare gli adempimenti amministrativi per le piccole e medie imprese. L’autorizzazione sostituirà ogni atto di comunicazione, notifica ed autorizzazione previsto dalla legislazione vigente. L’autorizzazione unica ambientale verrà rilasciata da un unico ente, in base ad un procedimento improntato al principio di proporzionalità degli adempimenti amministrativi e in relazione alla dimensione dell’impresa e al settore di attività, nonché all’esigenza di tutela degli interessi pubblici; inoltre, non dovrà comportare l’introduzione di maggiori oneri a carico delle imprese.
Consumi energetici
Entro 24 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto Semplifica Italia (il 7 aprile 2012), gli enti proprietari di edifici adibiti a istituzioni scolastiche, le università e gli enti di ricerca vigilati dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dovranno adottare misure di gestione, conduzione e manutenzione degli immobili finalizzate al contenimento dei consumi di energia e alla migliore efficienza degli usi finali della stessa. Entro 60 giorni saranno quindi dettate delle linee guida sui contratti di servizio energia, predisposte dal ministero dell’Istruzione (di concerto con i ministeri dell’Ambiente, dello Sviluppo economico e delle Infrastrutture e trasporti).

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore