fbpx
PAF - Indicazioni operative

Rischio Agenti fisici sul lavoro: indicazioni operative da Regioni-INAIL e ISS

795 0

Sul Portale Agenti fisici sono disponibili le nuove “Indicazioni operative per la prevenzione del rischio da Agenti Fisici ai sensi del Decreto Legislativo 81/08” redatte dal Gruppo Tematico Agenti Fisici del Coordinamento Tecnico per la sicurezza nei luoghi di  lavoro delle Regioni e delle Province autonome in collaborazione con INAIL e ISS, approvate definitivamente il 21 luglio 2021.

Rischi da Agenti fisici: indicazioni in forma di FAQ

Si tratta di un aggiornamento del precedente documento orientativo (risalente al 2004) che ha l’obiettivo di fornire una serie di indicazioni operative per la corretta applicazione del D.Lgs. 81/08 in relazione alla prevenzione dei rischi da Agenti Fisici aggiornando le parti in materia di RADIAZIONI SOLARI; MICROCLIMA; RUMORE; VIBRAZIONI.

Le indicazioni sono raccolte sotto forma  di “FAQ” nei seguenti documenti monotematici:

Parte 1: Titolo VIII Capo I

Parte 2: Radiazione Solare

Parte 3: Microclima

Parte 4: Rumore

Parte 5: Vibrazioni

Indicazioni operative sul rischio e aggiornamento

Le Indicazioni Operative si basano su normative, linee guida, standard tecnici le cui successive modifiche determineranno nel tempo un progressivo “invecchiamento” dei riferimenti, spiegano gli autori: pertanto, gli aggiornamenti che progressivamente interverranno saranno resi disponibili sul Portale Agenti Fisici (www.portaleagentifisici.it) alla sezione specifica dedicata alle FAQ.

Cos’è il Portale Agenti Fisici

Il Portale Agenti fisici è realizzato dal Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria USL Toscana Sud Est (ex Azienda USL 7 Siena) con la collaborazione dell’INAIL e dell’Azienda USL di Modena, al fine di mettere a disposizione uno strumento informativo che orienti gli attori aziendali della sicurezza e gli operatori della prevenzione ad una risposta corretta ai fini della prevenzione e protezione da AGENTI FISICI.

Come valutare il rischio da agenti fisici sul luogo di lavoro?

La valutazione dei rischi da esposizione a rumore è conforme al titolo VIII capo II del D.Lgs. 81/2008 e alle norme UNI EN ISO 9612 “Acustica – Determinazione dell’esposizione al rumore negli ambienti di lavoro – Metodo tecnico progettuale” e UNI 9432 “Acustica – Determinazione del livello di esposizione personale al rumore nell’ambiente di lavoro”.

Ai fini di facilitare la valutazione del rischio rumore e vibrazioni, EPC Editore ha realizzato il modulo RUMORE e VIBRAZIONI del Software PROGETTO SICUREZZA LAVORO (a cura di S.Massera) ad uso di Datori di lavoro, responsabili e addetti ai servizi di prevenzione e sicurezza, medici del lavoro, consulenti, tecnici ASL.

Per saperne di più sul Software:

Per approfondire sul rischio rumore su InSic

A quasi trent’anni dall’introduzione della legislazione specifica sull’esposizione professionale a rumorel’articolo di P. Nataletti, A. Brusco, A. Bucciarelli, I. Barra, D. Magnante (INAIL) su Ambiente & Sicurezza sul Lavoro n.10/2019 (leggi il sommario) vuole fare il punto della situazione riguardo le patologie correlate e valutare le azioni da intraprendere

Estratto da Ambiente & Sicurezza sul Lavoro n.10/2019

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it