fbpx
Covid 19 Protocollo

Protocollo Covid-19 del 30 giugno 2022: tutte le novità e gli aggiornamenti

2060 0

Governo e Parti sociali nella giornata di confronto di ieri, 30 giugno 2022, hanno aggiornato il Protocollo condiviso per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro tenendo conto delle misure di contrasto e di contenimento già contenute nei precedenti Protocolli condivisi.

Il Ministero del Lavoro parla di una “semplificazione” delle misure di prevenzione in ragione dell’evoluzione della situazione pandemica, ma che non rappresenta un “liberi tutti”, considerata l’impennata dei contagi nel mese di maggio-giugno 2022.

Di seguito il testo del Protocollo, l’articolazione e le novità di questo secondo aggiornamento delle regole che vedono il ritorno della mascherina FFP2 sui luoghi di lavoro a livello di raccomandazione.

Il Protocollo Covid-19 del 30 giugno 2022

Il Protocollo firmato dalle Parti il 30 giugno 2022:

  • sostituisce il precedente Accordo del 4 maggio 2022 che aggiornava temporaneamente l’Accordo del 6/4/2021;
  • ha valenza fino al 31 ottobre 2022 (quando le parti sociali saranno chiamati a confrontarsi ancora) alla luce dell’evoluzione del quadro epidemiologico;
  • ribadisce il ruolo dei comitati aziendali per l’applicazione e la verifica delle regole prevenzione.
  • Ripristina la mascherina FFP2 e obbliga il datore di lavoro a fornirla anche in caso di sintomatologia in azienda o per i soggetti fragili.

Protocollo Covid-19 aggiornato: cosa contiene?

Il Protocollo Covid-19 aggiornato a Luglio 2022, seppur ridimensionato contiene le seguenti indicazioni:

  • le informazioni, sul rischio COVID-19 per tutti i lavoratori e a chiunque entri nel luogo di lavoro del rischio di contagio da Covid-19;
  • le modalità di ingresso nei luoghi di lavoro;
  • la gestione degli appalti;
  • la pulizia e la sanificazione dei locali e il ricambio dell’aria;
  • le precauzioni igieniche personali;
  • i dispositivi di protezione delle vie respiratorie;
  • la gestione degli spazi comuni;
  • la gestione dell’entrata e uscita dei dipendenti;
  • la gestione di una persona sintomatica in azienda;
  • la sorveglianza sanitaria
  • il lavoro agile
  • la protezione rafforzata dei lavoratori fragili.

Le novità del Protocollo Covid-19 del 30 giugno 2022

Mettiamo in luce le principali novità del nuovo Protocollo rispetto al Protocollo Covid-19 del 4 maggio 2022 e del 6 aprile 2021.

  • PUNTO 6 – Mascherine: torna la raccomandazione dell’obbligo di mascherina FFP2: superata l’ambiguità emersa col Protocollo Covid-19 del 4 maggio 2022 che invece obbligava l’utilizzo di quella chirurgica.

6. DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DELLE VIE RESPIRATORIE

Fermi gli obblighi previsti dall’art. 10-quater del decreto legge 22 aprile 2021 n. 52 convertito con modificazioni dalle legge 17 giugno 2021 n. 87, come modificato dall’art. 11, comma 1, del decreto-legge 16 giugno 2022, n. 68, l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo facciali filtranti FFP2, anche se attualmente obbligatorio solo in alcuni settori (quali, ad esempio, trasporti, sanità), rimane un presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio nei contesti di lavoro in ambienti chiusi e condivisi da più lavoratori o aperti al pubblico o dove comunque non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative. A tal fine, il datore di lavoro assicura la disponibilità di FFP2 al fine di consentirne a tutti i lavoratori l’utilizzo.

Inoltre, il datore di lavoro, su specifica indicazione del medico competente o del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, sulla base delle specifiche mansioni e dei contesti lavorativi sopra richiamati, individua particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire adeguati dispositivi di protezione individuali (FFP2), che dovranno essere indossati, avendo particolare attenzione ai soggetti fragili. Analoghe misure sono individuate anche nell’ipotesi in cui sia necessario gestire un focolaio infettivo in azienda.

  • PUNTO 9 – Sintomatologia in azienda – In caso di Persona sintomatica in azienda, il datore di lavoro deve fornire la mascherina FFP2 al lavoratore sintomatico.
  • PUNTO 1- INFORMAZIONE richiede che il lavoratore sappia di non poter fare ingresso o di poter permanere in azienda e di doverlo dichiarare tempestivamente laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano i sintomi del Covid-19 (in particolare i sintomi di influenza, di alterazione della temperatura);
  • PUNTO 2 – ACCESSO in azienda
  • PUNTO 4. PULIZIA E SANIFICAZIONE IN AZIENDA, RICAMBIO DELL’ARIA
    • inserito il riferimento al Rapporto ISS COVID-19, n. 12/2021– Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie.
    • richiesta l’adozione di misure che consentono il costante ricambio dell’aria, anche attraverso sistemi di ventilazione meccanica controllata.
  • PUNTO 5. PRECAUZIONI IGIENICHE PERSONALI – il Protocollo richiede al datore di lavoro di mettere a disposizione oltre ai detergenti, anche i disinfettanti per le mani;
  • PUNTO 10. SORVEGLIANZA SANITARIA/MEDICO COMPETENTE/RLS
    • inserito un trafiletto che richiede il ripristino, da parte della Sorveglianza sanitaria, delle visite mediche previste;
    • la Sorveglianza sanitaria viene vista come un’occasione di formazione e informazione non solo sulle misure di prevenzione e protezione, ma anche sulla disponibilità di specifica profilassi vaccinale anti SARS-CoV-2/Covid-19 e sul corretto utilizzo dei DPI nei casi previsti;
    • ribadito il termine del 31/7/2022 per la fine della Sorveglianza Sanitaria Eccezionale.
  • PUNTO 11. LAVORO AGILE emergenziale: le Parti sociali ritengono che rappresenti, anche nella situazione attuale, uno strumento utile per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19,soprattutto con riferimento ai lavoratori fragili, e manifestano l’auspicio che venga prorogata ulteriormente la possibilità di ricorrervi.
  • PUNTO 12. LAVORATORI FRAGILI – Il Datore di lavoro sentito il Medico competente dovrà individuare specifiche misure prevenzionali e organizzative per i lavoratori fragili. Le Parti sociali auspicano la proroga al 31 dicembre 2022 della disciplina a tutela di costoro.

Mascherine sul lavoro: cosa dice il Protocollo Covid-19 aggiornato 2022?

Il Protocollo riconosce l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo facciali filtranti FFP2 come presidio importante per la tutela della salute dei lavoratori ai fini della prevenzione del contagio nei contesti di lavoro:

  • in ambienti chiusi;
  • in ambienti condivisi da più lavoratori;
  • in ambienti aperti al pubblico;
  • in ambienti ove non sia possibile il distanziamento interpersonale di un metro per le specificità delle attività lavorative.

Protocollo Covid-19: cosa deve fare il datore di lavoro?

Il datore di lavoro deve:

  • assicurare la disponibilità di FFP2 al fine di consentirne a tutti i lavoratori l’utilizzo.
  • individuare particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire i dispositivi di protezione individuali (FFP2), che dovranno essere indossati, (con attenzione ai soggetti fragili);
  • fornire i dispositivi di protezione individuali (FFP2) in caso di sintomatologie

Come individuare i soggetti a cui fornire la mascherina FFP2?

Il Datore può fornire il dispositivo su specifica indicazione del medico competente o del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, e sulla base delle specifiche mansioni e dei contesti lavorativi sopra riportati.

Rischio Covid-19 sul lavoro – INFORMAZIONE E FORMAZIONE

InSic suggerisce i seguenti strumenti di formazione e informazione sul rischio Covid-19:

  • La Pagina dedicata al Covid-19 del Ministero della Salute

DVR e Covid-19  Nuovo Aggiornamento! – LIBERAMENTE SCARICABILE
Metodo per la valutazione del rischio da infezione da coronavirus in ambiente di lavoro e individuazione delle relative misure di prevenzione e protezione
Versione aggiornata a febbraio 2021
Istituto Informa

  • Il preposto, il datore di lavoro ed i dirigenti nella sicurezza sul lavoro – Volume EPC Editore
    Secondo il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. e i decreti attuativi o complementari. D.L. 146/2021 conv. L. 215/2021, D.M. 143/2021 (Durc di congruità per lavori edili), D.M. 1, 2 e 3 settembre 2021 (sicurezza antincendio), D.L. 172/2021 conv. L. 3/2022, Caso di studio Covid-19. Con una selezione di normativa e giurisprudenza e una pratica raccolta di documenti direttamente scaricabili

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it