Strutture sanitarie

Strutture sanitarie: in Gazzetta la nuova Regola tecnica verticale (RTV) – DM 29 marzo 2021

447 0

Il Decreto del MINISTERO DELL’INTERNO del 29 marzo 2021 (GU Serie Generale n.85 del 09-04-2021) approva la regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie, sia quelle esistenti alla data di entrata in vigore del decreto (a 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta) sia a quelle di nuova realizzazione.

La Regola tecnica si pone in alternativa, ove applicabile, alle specifiche norme tecniche di prevenzione incendi di cui al decreto del Ministro dell’interno 18 settembre 2002.

Regola tecnica per strutture sanitarie: campo di applicazione del DM 29 marzo 2021

La regola tecnica verticale si applica alle:

a. strutture sanitarie che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero o residenziale a ciclo continuativo o diurno con numero di posti letto maggiore di 25;

b. residenze sanitarie assistenziali (RSA) con numero di posti letto maggiore di 25;


c. strutture sanitarie che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale,(comprese quelle riabilitative, di diagnostica strumentale e di laboratorio, di superficie complessiva superiore a 500 m²)

Regola tecnica per strutture sanitarie: modifica al Codice di prevenzione incendi

il Decreto 29/3/2021 modifica l’allegato 1 del decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015, nella sezione V «Regole tecniche verticali»: si aggiunge il capitolo «V.11 – Strutture sanitarie».

il Capitolo contiene le norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di cui al nuovo decreto e si riporta alla lettera «z) il decreto del Ministro dell’interno 18 settembre 2002 fra le norme tecniche ancora valide.

Cosa sono le regole tecniche verticali?

Le regole tecniche verticali (RTV) previste dal D.M. 3/8/2015 e s.m.i. sono pensate come parte integrante dell’intero corpo normativo (del cosiddetto Codice di Prevenzione Incendi) .

Pertanto, rimandano ad esso sia per gli aspetti relativi al linguaggio e ai termini utilizzati nonché per quanto riguarda le logiche applicative e le misure antincendio da adottare.
Le regole tecniche verticali hanno lo scopo di caratterizzare meglio una specifica tipologia di attività dal punto di vista antincendio fornendo, per la stessa, altre indicazioni che possono essere complementari o sostitutive rispetto a quelle già previste nelle diverse sezioni del Codice di Prevenzione Incendi.

Ma quali sono le RTV esistenti e quali quelle in fase di approvazione? Ne abbiamo parlato in un recente approfondimento su inSic, sottolineando i rapporti che le legano al Codice di prevenzione incendi!

Approfondisci con EPC Editore

Esempi applicativi del Codice di prevenzione incendi
a cura di Fabio Dattilo e Marco Cavriani
novembre 2020 (II ed.)

Questo libro, giunto alla II Edizione ha l’ambizione di contribuire ad una migliore comprensione della nuova metodologia di progettazione proposta dal Codice, con una serie di esempi pratici su molte delle attività con cui i professionisti si confrontano quotidianamente.
Un’efficace bussola per orientarsi tra tante novità, un supporto alla progettazione, costituito dal volume “Codice di prevenzione incendi commentato – III edizione“.

Al suo interno un ulteriore testo di esercizi, che propone una serie di esempi pratici dell’applicazione della normativa aggiornata, per i quali vengono fornite anche le motivazioni delle scelte progettuali adottate, per semplificarne la comprensione.

Gli Esempi applicativi del codice di prevenzione incendi contengono al loro interno l’aggiornamento delle RTV pubblicato con l’ADDENDA.

Avatar

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it

Articoli correlati