La normativa antincendio nei musei e la tutela degli archivi storici secondo 3M

3675 0
Il rischio incendio rappresenta per la natura del materiale conservato negli archivi l’evento più dannoso. Bisogna tuttavia considerare che in alcuni casi le sostanze estinguenti, atte a contrastarlo, possono causare danni addirittura maggiori di quelli che si prefiggono di sanare. Considerando che il Valore del Patrimonio documentale, dei beni archivistici italiani è di circa 149,5 miliardi di euro (Marilena Pirrelli art. 28 dic 2017, Il Sole 24 ore), la Direzione Generale Archivi ha costituito un gruppo di lavoro di esperti REA (Rischi Emergenze Archivi) con il compito di redigere linee guida e procedure tese al contenimento dei rischi durante le emergenze, Mibact e Dipartimento dei VV.F. hanno elaborato un protocollo d’intesa cooperante per definire i modelli operativi, analisi del rischio incendio e pianificazione integrata degli interventi.

La RTV sui beni tutelati

Nel 2020 è stato redatto un nuovo regolamento tecnico riguardante la prevenzione degli incendi in ambiente museale e culturale, che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 22 luglio.
Da un punto di vista concettuale, si tratta di una svolta storica perché si passa da un modello prescrittivo a un modello prestazionale in cui il professionista viene valorizzato e potenziato. Inoltre, nella progettazione dell’impianto antincendio, oltre a salvare vite umane, sarà necessario tenere conto anche della necessità di preservare i beni culturali contenuti.
Il D.M è stato redatto congiuntamente dal Ministero dell’Interno e dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo e approva il Regolamento Tecnico Verticale dedicato alla tutela degli edifici museali e culturali con i relativi beni conservati. L’Allegato 1, parte integrante del provvedimento, nel paragrafo V.10.1 Campo di applicazione descrive dove deve essere applicata la regola tecnica specificandone gli edifici: musei, gallerie, esposizioni, mostre, biblioteche e archivi.

Nella sezione relativa alla gestione della sicurezza antincendio si individua il responsabile dell’attività e i compiti assegnategli, introducendo uno specifico paragrafo per la limitazione dei danni (V.10.5.5.1 Piano di limitazione dei danni), al punto 3 lettera “f” sono presenti le restrizioni all’uso di alcune sostanze estinguenti:
f. le eventuali restrizioni nell’utilizzo di sostanze estinguenti. Nota: Ad esempio: zone in cui è necessario evitare o limitare l’uso di acqua per minimizzare i danni ai beni tutelati in esso contenuti …

3M™ Novec™ 1230: l’estinguente ideale ai sensi della RTV sui beni tutelati

Visto l’entrata in vigore del Regolamento Tecnico Verticale, uno degli agenti estinguenti più adatto in questo settore è sicuramente il 3M™Novec™ 1230 fluido antincendio.

3M™ Novec™ 1230, oltre a garantire agli occupanti dell’edificio di evacuarlo in sicurezza con alti margini in base alla concentrazione specificata, non danneggia né carta né dispositivi elettronici, una volta scaricato su di essi. Nello specifico, il fluido 3M™ Novec™ 1230 non altera o rovina carta, tela di canapa o altri materiali simili, mantenendo inalterato tutto ciò che è stampato, disegnato, verniciato o scritto su tali materiali. Il fluido antincendio 3M™ Novec 1230 evapora 50 volte più in fretta dell’acqua, consentendo che ad esempio un libro ne venga sommerso e in meno di un minuto sia già asciutto.

Per quanto riguarda le apparecchiature elettroniche, facilmente si dimostra che completamente immerse nel fluido 3M™ Novec™ 1230 poi funzionano come prima. Un’altra caratteristica importante del fluido antincendio 3M™Novec™ 1230 è la sostenibilità, non danneggia l’ozono ed ha un bassissimo valore di GWP (Global Warning Potential: potenziale di riscaldamento globale), che è addirittura minore di 1 rispetto all’unità di riferimento della CO2 (Anidride Carbonica). Per quanto descritto, il suo utilizzo può essere una valida soluzione anche sostenibile consentendo anche al raggiungimento degli obbiettivi annuali di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra nell’ambiente.
Gli ambienti museali e culturali sono un bene troppo prezioso che deve essere protetto, 3M™Novec™ 1230 fluido antincendio è in grado di farlo.

Chiedi maggiori informazioni su https://engage.3m.com/Novec_1230_IT_article
o sul sito www.3mitalia.it

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore