fbpx

Superbonus 110%: CNI, la proroga è indispensabile

2327 0

Il 6 maggio scorso si è svolto un incontro pubblico della filiera delle costruzioni che ha avuto come focus la proroga al 2023 del Superbonus110% la cui assenza rischia di determinare una significativa riduzione dei cantieri per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza sismica degli edifici.

Filiera costruzioni: l’incontro pubblico del 6 maggio

L’incontro pubblico, organizzato assieme ad ANCE e altre rappresentanze professionali, imprenditoriali e sindacati, ha messo a confronto la filiera delle costruzioni con i maggiori rappresentanti dei partiti politici. La politica ha confermato l’interesse alla proroga della misura; Giuseppe Conte ha affermato: “Noi garanti della sua estensione al 2023”. Enrico Letta ha ribadito che: “E’ una questione di buon senso e di amore per il Paese”.

Il Presidente CNI e Coordinatore della RPT Zambrano ha ribadito che: “Il Superbonus 110% ha messo a nudo i problemi del Paese, su tutti la burocrazia. Sarebbe paradossale non avere il tempo sufficiente per realizzarlo. L’estensione al 2023 è indispensabile, deve diventare un intervento strutturale fino a quando le nostre abitazioni non saranno sicure”.

Zambrano: Superbonus e burocrazia

“Questo è un buon provvedimento – ha aggiunto Zambrano – che però rischia di non dispiegare completamente i suoi effetti a causa della burocrazia, dei tanti condoni non definiti e dell’eccessiva documentazione richiesta. Queste difficoltà vanno superate: servono procedure semplici e tempi certi”. A proposito delle risorse da investire sul provvedimento Zambrano ha risposto così: “Per capire quanto è importante il Superbonus 110% basti pensare a quanti risparmi si possono realizzare riducendo il rischio sismico delle nostre abitazioni. Oggi spendiamo in media 5 miliardi all’anno per le varie ricostruzioni”.

Le dichiarazioni della Politica

Tra i numerosi politici presenti all’incontro si è registrata l’unanimità di consensi nei confronti del provvedimento.

Conte

 Giuseppe Conte, leader del M5S, ha detto che “la misura del Superbonus 110% ora viene studiata anche da altri paesi europei. Il M5S si farà garante della sua estensione fino al 2023. No a battute di arresto”. Per Alberto Bagnai (Lega) “la complicazione delle procedure del Superbonus 110% è uno strumento inconsapevole di austerità”.

Letta

Enrico Letta (Segretario PD) ha dichiarato: “Quella del Superbonus 110% è una questione di buon senso e di amore per il Paese. Riconfermo di fronte a tutti gli operatori della filiera dell’edilizia l’impegno a finanziare e confermare il provvedimento fino al 2023”. Per Pierluigi Bersani (Articolo 1) “il Superbonus 110% può surrogare quello che è mancato in questi anni: un grande piano di piccole opere che crei anche un effetto-lavoro a livello molecolare”. Davide Faraone (Italia Viva) ha spostato l’attenzione sul tema della semplificazione: “E’ la questione centrale del Superbonus 110%. O noi contestualmente alla proroga al 2023 riusciamo ad attivare una sburocratizzazione oppure il provvedimento è destinato a fallire”.

Tajani

Antonio Tajani (Forza Italia) punta su questo provvedimento per il rilancio dell’economia del Paese: “Noi vogliamo che il Superbonus sia utilizzato dal maggior numero degli italiani, soprattutto dai condomini”. Per Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) “dobbiamo avere il coraggio di superare i piccoli abusi, altrimenti il provvedimento si blocca”.

Fraccaro

Infine, Riccardo Fraccaro (M5S), referente del suo partito per il provvedimento, ha tenuto a sottolineare che, al netto delle difficoltà registrate, questo sta già funzionando: “Il Superbonus 110% sconta i deficit strutturali del Paese: burocrazia, difficoltà nel credito e così via. Ma resta il fatto che al momento risultano 1,6 miliardi di euro di lavori certificati e 15mila cantieri aperti. Difficile dire che non stia funzionando”.

Superbonus 110%: Draghi, proroga al 2023

Superbonus al 110%: il Premier Draghi ha confermato la proroga al 2023 e i 18 miliardi di euro previsti tra PNRR e Fondo complementare. Risolte così, le incertezze del mondo delle Costruzioni e dell’edilizia.

Ricordiamo che il Superbonus insieme al Sisma bonus al 110%, sono stati introdotti dal Decreto Rilancio – DL 34/2020, convertito con modificazioni dalla L. 17 luglio 2020, n. 77 (in S.O. n. 25, relativo alla G.U. 18/07/2020, n. 180 – leggi a proposito il nostro aggiornamento).

Superbonus 110%: incontro RPTIstituzioni e Parti sociali

Si è svolto ieri a Roma l’incontro del gruppo PD con Ance, Confindustria, Cgil e Rete delle professioni tecniche presieduto da Martina Nardi, presidente commissione Attività produttive alla Camera e deputata Pd .

Secondo la Presidente: “Il superbonus edilizio 110% deve andare avanti e la cessione del credito deve divenire strutturale per aiutare i cittadini, far ripartire l’Italia e costruire un Paese più verde.
Sono due impegni che il Pd si è preso di fronte al Paese e al premier Draghi e che intendiamo portare avanti sia nelle aule parlamentare che attraverso l’Esecutivo.
Due obiettivi che come gruppo Pd abbiamo condiviso oggi con Ance, Confindustria, Cgil e Rete delle professioni tecniche nel corso dell’incontro che ho ritenuto opportuno chiedere”.

Una misura anticiclica

“Siamo convinti che il superbonus edilizio sia una misura anticiclica, in grado di rilanciare l’occupazione di un settore essenziale dell’economia italiana, ma soprattutto in grado di modificare la qualità della vita e dell’ambiente. Fino ad oggi – continua la presidente Nardi – abbiamo riscontrato risultati molto positivi e che, come ha precisato lo stesso premier Draghi, potrà dare numeri ancora più alti quando il Governo renderà più semplici le procedure di accesso per famiglie e per imprese. Per concretizzare quanto prima questi obiettivi, abbiamo iniziato insieme alla collega Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente alla Camera, anche un ciclo di audizioni formali che ha visto già oggi il coinvolgimento di Enea e Agenzia delle Entrate”.

Il commento della Filiera delle Costruzioni in difesa del Superbonus

Proprio nei giorni scorsi la Filiera delle Costruzioni si era espressa con allarme circa la mancata ufficialità della proroga. Il Superbonus determina, infatti, un impatto importante in termini di crescita del settore, della sua filiera e di aumento dell’occupazione. Inoltre, necessita di una durata adeguata, indispensabile soprattutto nel caso di interventi complessi come quelli condominiali. Ciò vale anche per quelli inerenti la demolizione e ricostruzione che impiegano anni per essere attuati.

“Eventuali decisioni di rimandare l’estensione del Superbonus alla Legge di Bilancio, che si decide solo a dicembre prossimo, come trapelato in queste ultime ore, avrebbe l’effetto certo di rallentare, se non di bloccare i lavori” avverte la Filiera delle Costruzioni .
“Impensabile infatti che famiglie e operatori economici possano programmare investimenti così complessi senza avere fin da ora certezza della durata del beneficio fiscale.
Il Superbonus 110% è infatti finora uno dei principali strumenti di immediato rilancio economico in chiave di sostenibilità e di sicurezza ad oggi operativo. Limitarne la durata e contenerne gli effetti-  pari a 1 punto di Pil in più all’anno-  è una scelta di retroguardia, non certo ammissibile in questo periodo storico”.

Superbonus 110: come ottenerlo? tutti i link utili

Per orientarsi sul Superbonus

il Governo ha realizzato un portale di riferimento: http://www.governo.it/superbonus, dove, oltre a tutte le informazioni sui requisiti e su come ottenere la detrazione

per compilare e protocollare le asseverazioni e i documenti previsti  dalla normativa sul Superbonus 110% (art. 119  legge n. 77/2020  e dal Decreto Asseverazioni del 6 agosto 2020) occorre andare  al sito detrazionifiscali.enea.it

Informazioni e approfondimenti sul Superbonus 110% sono disponibili al seguente link https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali/superbonus/approfondimenti.html

per approfondire tutta la disciplina, il Volume EPC “Valutare il rischio sismico“, che analizza, fra l’altro, la disciplina del Sismabonus e del Superbonus 110% (D.L. n. 34/2020) ed è completo di tutti gli aggiornamenti fiscali.

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it