Eurostat: i dati sulla produzione nel settore costruzione

772 0
>A novembre 2018 rispetto a ottobre 2018, la produzione destagionalizzata nel settore delle costruzioni è diminuita dello 0,1% nell’area dell’euro (EA 19), mentre è aumentata dello 0,2% nell’UE28, secondo le prime stime di Eurostat, l’ufficio statistico del Unione.

Nell’ottobre 2018, la produzione in costruzioni è diminuita dell’1,6% nell’area dell’euro(*) e dell’1,1% nell’UE28(**). A novembre 2018 rispetto a novembre 2017, la produzione nel settore costruzione è aumentata dello 0,9% nell’area dell’euro e dell’1,8% nell’UE28.
Nell’area dell’euro a novembre 2018, rispetto a ottobre 2018, l’ingegneria civile è diminuita dello 0,2%, mentre la costruzione di edifici è aumentata dello 0,1%. La costruzione di edifici è aumentata dello 0,5%, mentre l’ingegneria civile è diminuita dello 0,8%.
Tra gli Stati membri per i quali sono disponibili dati, i cali più elevati della produzione in costruzione sono stati registrati in Cecenia (-3,6%), Germania (-1,7%) e Portogallo (-1,5%). Gli aumenti maggiori sono stati osservati in Ungheria e Slovenia (entrambi al + 4,4%) e in Francia (+ 1,5%). Il dato per l’Italia resta “riservato”.
Dal confronto annuale per settore edile e per Stato membro emerge, secondo Eurostat che nell’area dell’euro a novembre 2018, rispetto a novembre 2017, l’ingegneria civile è aumentata del 2,1% e la costruzione di edifici dello 0,7%. Nell’UE28, l’ingegneria civile è aumentata del 4,8% e la costruzione di edifici dello 0,9%.
Tra gli Stati membri per i quali sono disponibili dati, i maggiori incrementi della produzione in costruzioni sono stati registrati in Ungheria (+ 27,3%), Slovenia (+ 18,9%) e Polonia (+ 16,0%) e le maggiori diminuzioni in Romania (-4,8%) , Svezia (-2,6%) e Germania (-1,9%).

Quanto all’Italia i dati della variazione percentuale della produzione in costruzione rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente si attestano al +2.3% nel terzo trimestre (era al +2.0 nel secondo trimestre e -0.6 nel primo trimestre del 2018). Non sono disponibili i dati della variazione percentuale della produzione in costruzione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

(*) L’area dell’euro (EA19) comprende Belgio, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Cipro, Lettonia, Lituania,Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e Finlandia.

(**) L’Unione Europea (EU28) comprende Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Croazia, Italia, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Malta, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia, Finlandia, Svezia e Regno Unito.
Estonia, Irlanda, Grecia, Croazia, Cipro, Lettonia, Lituania e Malta non sono tenuti a fornire dati mensili in base al Regolamento del Consiglio n. 1165/98.

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore