Investimenti in digitale e pesatura rifiuti: possibile presentare domanda

750 0
Con Decreto del 16 febbraio 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha fissato al 1 marzo 2017 il termine a decorrere del quale è possibile la presentazione delle domande d’accesso ai contributi per l’acquisto, da parte di piccole e medie imprese, di impianti, macchinari e attrezzature finalizzati alla realizzazione di investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

A decorrere dal 1° marzo 2017 lo sportello per la presentazione delle domande d’accesso alle agevolazioni previste dall’art. 2, comma 4, del Decreto del Fare (decreto-legge n. 69/2013) di cui alle premesse è esteso alla presentazione delle domande riferite agli investimenti in tecnologie digitali e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti ai fini della concessione dei contributi di cui all’art. 1, comma 56, della legge 11 dicembre 2016, n. 232.
A fronte delle domande di accesso alle agevolazioni, le banche/intermediari finanziari trasmetteranno al Ministero dello sviluppo economico le relative richieste di prenotazione del contributo a partire dal 1° aprile 2017.

I finanziamenti nel DL Del Fare
Il DL Del Fare prevede, al comma 1 dell’art.2, l’accesso delle micro, piccole e medie imprese a finanziamenti, concessi, ai sensi del comma 2 del medesimo articolo, a valere su un plafond di provvista costituito presso la gestione separata della Cassa depositi e prestiti, e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti, anche mediante operazioni di leasing finanziario, in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché per gli investimenti in hardware, software ed in tecnologie digitali.
Nell’art. 1, comma 52, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017), si prorogava il termine per la concessione dei finanziamenti per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature di cui all’art. 2, comma 2, del decreto-legge n. 69/2013 al 31 dicembre 2018.
Per favorire la transizione del sistema produttivo nazionale verso la manifattura digitale e di incrementare l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale, anche tramite l’innovazione di processo o di prodotto, le imprese di micro, piccola e media dimensione possono accedere ai finanziamenti e ai contributi di cui all‘art. 2 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie, compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID) e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. In base al comma 56 del medesimo art. 1, a fronte della realizzazione di investimenti aventi le predette finalità, si prevede la maggiorazione del 30% del contributo di cui all’art. 2, comma 4, del Decreto del Fare.

Riferimenti normativi:
MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 16 febbraio 2017 Fissazione del termine per la presentazione delle domande d’accesso ai contributi per l’acquisto da parte di piccole e medie imprese di impianti, macchinari e attrezzature finalizzati alla realizzazione di investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. (17A01536) (GU n.48 del 27-2-2017)

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore