Smart Working

Fino al 31 marzo 2024 la proroga per lo Smart Working/Lavoro Agile: chi riguarda?

21775 0

Il 31 marzo 2024 scade il termine ultimo per la proroga dello Smart Working "semplificato" (rispetto alla normativa ordinaria) per i soggetti che finora ne hanno usufruito, ovvero

  • i lavoratori fragili ai sensi del Decreto 4/2/2022;
  • lavoratori-genitori con figlio minore under 14 del settore privato.

In questo articolo facciamo il punto sulle proroghe del lavoro agile/smart working semplificato previsto per il settore privato. Qual è la normativa dello Smart Working "semplificato e quali documentazioni deve predisporre il datore di lavoro?

  1. DECRETO ANTICIPI 2023 – Lavoratori privati con figli under 14: proroga Smart Working/Lavoro Agile semplificato al 31 marzo 2024
  2. DECRETO PROROGHE 2023 – Lavoratori fragili pubblici e privati: proroga al 31 dicembre 2023
  3. Smart Working – tutte le proroghe del 2023
  4. Lavoro agile semplificato e ordinario: definizione e normativa
  5. Comunicazione Smart Working semplificato: FAQ e indicazioni per l’attivazione dal 1° settembre 2022 Decreto Semplificazioni 2022
  6. Smart Working/Lavoro agile: libri, corsi e approfondimenti
  7. Lavoro agile/Smart Working ultime notizie e approfondimenti su InSic
  8. Smart working semplificato: le proroghe nel 2022 e 2021 superate con Legge di Bilancio 2023

Proroga Smart Working al 31 marzo 2024: cosa dice il DECRETO ANTICIPI 2023

Il DECRETO ANTICIPI (decreto-legge 18 ottobre 2023, n. 145, qui il testo coordinato con la legge di conversione 15 dicembre 2023, n. 191) all'art. 18 bis rinnova la proroga al 31 marzo 2024 del diritto allo Smart Working agevolato per:

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati.

Registrati gratuitamente per continuare a leggere!
Se non hai ancora un account registrati ora

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore