fbpx

Cybersecurity: un nuovo tavolo di confronto CEI

411 0

Facilitare il confronto sui temi della sicurezza informatica per identificare le diverse necessità in chiave normativa. E’ questo l’obiettivo del tavolo di confronto istituito dal CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano sui temi della Cybersecurity.

La Cybersecurity sarà al centro della collaborazione tra esperti sul tema della sicurezza informatica in un tavolo di confronto istituito da CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano).

In un’ottica di sistema, il Tavolo di Confronto CEI ha lo scopo di facilitare lo scambio di informazioni tra i diversi soggetti al fine di identificare le esigenze di normazione di uno specifico settore. Il TdC avrà un collegamento diretto con:

– i Comitati Tecnici preposti allo sviluppo delle norme,
– gli Enti di normazione internazionali (IEC, CENELEC ed ETSI),
– le Istituzioni (Ministeri, Commissione Europea – DG Grow)
– le principali Associazioni del settor

L’obiettivo del Tavolo sulla Cybersecurity

La Cybersecurity è oggi, uno degli argomenti di maggiore attualità sul mercato. Lo scopo di qualsiasi strategia di sicurezza informatica è proteggere il maggior numero di risorse possibili. La Cybersecurity costituisce infatti una tematica chiave in un mondo sempre più interconnesso; un mondo in cui la trasformazione digitale ha un impatto sulle attività quotidiane di cittadini e imprese.

Obiettivo del tavolo è quindi quello di facilitare il confronto tra i diversi attori intorno al tema della sicurezza informatica per identificare le diverse necessità in chiave normativa.

Sicurezza informatica: la normazione

In quanto tematica orizzontale, la normazione relativa alla sicurezza informatica è strutturata a più livelli.
Il Comitato Tecnico congiunto ISO/IEC JTC1 ha sviluppato la serie di Norme ISO/IEC 27000 per i sistemi informatici (IT), mentre il Comitato Tecnico IEC 65 (TC 65) ha pubblicato la IEC 62443 per le tecnologie operanti nelle infrastrutture industriali e critiche, inclusi i sistemi e gli impianti di alimentazioni, sistemi di gestione dell’acqua, assistenza sanitaria e sistemi di trasporto. Queste norme orizzontali, note anche come “norme di base”, sono indipendenti dalla tecnologia e possono essere applicate in molte aree tecniche. A queste si aggiungono le norme verticali, che sono progettate per soddisfare esigenze tecniche specifiche, ad esempio nel settore energetico, manifatturiero, sanitario o marittimo.

(Fonte CEI)

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore