Norme tecniche per le Costruzioni 2018
IN GAZZETTA
Stabilità 2016: ecco i provvedimenti per la tutela dell'ambiente
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
Stabilità 2016: ecco i provvedimenti per la tutela dell'ambiente È stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale (n.302 del 30-12-2015 - Suppl. Ordinario n. 70) la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208) al cui interno sono contenute diverse previsioni in materia di ambiente e tutela del territorio.

Li riassume la Camera, nel dossier dedicato al provvedimento.



Per quanto riguarda la tutela ambientale le misure riguardano:
-l'istituzione di un Fondo ambientale per la Terra dei Fuochi;
-l'autorizzazione ILVA;
- finanziamenti di interventi contro il dissesto idrogeologico;
- spese per parchi e siti di importanza comunitaria;
-fondi per le bonifiche;
-aste per quote emissioni di gas serra;
-Riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie.

Fondo per la Terra dei Fuochi
Si prevede l'istituzione, nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, di un Fondo finalizzato ad interventi di carattere economico, sociale e ambientale nei territori della terra dei fuochi con una dotazione di 150 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016 e 2017. Una quota di tale stanziamento è destinata, nel limite massimo di 3 milioni di euro per ciascun anno considerato, alla bonifica del sito inquinato dell'ex area industriale «Isochimica» (comma 475).

ILVA
Si introduce la garanzia statale ai finanziamenti che il commissario dell'azienda siderurgica ILVA è autorizzato a contrarre, nel limite di 800 milioni, per far fronte alle attività di tutela ambientale e sanitaria, risanamento ambientale e bonifica (comma 837).

Dissesto idrogeologico
Si prevede, altresì, il rifinanziamento degli interventi contro il dissesto idrogeologico per un importo complessivo di 1.950 milioni di euro, nel periodo 2016-2030, di cui 50 per l'anno 2016 (Tab. E). La proroga al 31 dicembre 2016 della durata della contabilità speciale relativa alla gestione della situazione di emergenza - inerente gli eventi alluvionali che hanno colpito il Veneto nei mesi di ottobre-novembre 2010 - è finalizzata anche ad attuare gli interventi urgenti per la messa in sicurezza del territorio dal dissesto idrogeologico (comma 488).

SIC e Parchi nazionali
Sono inoltre previste misure riguardanti i parchi nazionali e i siti di importanza comunitaria; in particolare:
viene autorizzata, a decorrere dall'anno 2016, l'ulteriore spesa di 2 milioni di euro annui (comma 237);
viene disposta l'attivazione di procedure concorsuali pubbliche, da parte della Regione Lombardia (o dell'ente dalla stessa individuato), per l'assunzione di personale che già svolgeva (al 31 dicembre 2013) attività presso il Consorzio del Parco Nazionale dello Stelvio (comma 471);
viene stabilito che i comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti, nel cui territorio ricadono interamente i siti di importanza comunitaria (SIC), effettuano le valutazioni di incidenza (VINCA) di taluni interventi edilizi (manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, anche con incrementi volumetrici o di superfici coperte inferiori al 20% delle volumetrie o delle superfici coperte esistenti) (comma 363).

Bonifiche
Nel corso dell'esame in sede referente alla Camera sono state inserite numerose disposizioni in materia di bonifiche volte a:
-istituire un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per il triennio 2016- 2018 da destinare agli interventi di bonifica del sito di interesse nazionale Valle del Sacco e dei siti di interesse nazionale per i quali è necessario provvedere con urgenza al corretto adempimento di obblighi europei (comma 476);
-escludere per l'anno 2016 dal saldo non negativo (individuato ai sensi del comma 409) le spese sostenute dagli enti locali per interventi di bonifica ambientale, conseguenti ad attività minerarie nel limite massimo di 20 milioni di euro (comma 716);
-avviare, entro il 30 giugno 2016, interventi per le attività di bonifica e messa in sicurezza del Sito di interesse Nazionale Bussi sul Tirino (comma 815);
-incrementare di 10 milioni di euro per il triennio 2016- 2018 la dotazione del fondo per il finanziamento di un piano straordinario di bonifica delle discariche abusive (comma 839).

Emissioni e aste quote CO2
Ulteriori disposizioni, infine, incidono sulla ripartizione dei proventi derivanti dalle aste relative alle quote di emissione di gas serra. Si prevede, infatti, che le risorse non impegnate derivanti dai proventi, assegnate al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e al Ministero dello sviluppo economico con il decreto interministeriale n. 231 del 2014, vengano destinate al rimborso dei crediti agli operatori che non hanno ricevuto quote di emissione di anidride carbonica (CO2) a titolo gratuito a causa dell'esaurimento della riserva ad esse riconosciuta in quanto "nuovi entranti" (comma 838). Si interviene, infine, sulla destinazione del 50% dei proventi derivanti dalle aste delle quote di emissione dei gas a effetto serra al fine di prevedere che sia destinato al completamento del rimborso dei crediti spettanti ai gestori degli impianti "nuovi entranti" (comma 492).

Riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie
Sono disciplinate le procedure per la predisposizione di un "Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia" (commi da 974 a 978). Per il finanziamento del programma viene prevista l'istituzione di un apposito Fondo, con una dotazione di 500 milioni di euro per il 2016.

Riferimenti normativi:
LEGGE 28 dicembre 2015, n. 208
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016).
Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2016
(GU Serie Generale n.302 del 30-12-2015 - Suppl. Ordinario n. 70)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.camera.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: