Norme tecniche per le Costruzioni 2018
ACCORDI
Infortuni in itinere: protocollo Inail Polizia stradale
fonte: 
INAIL
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Infortuni in itinere: protocollo Inail Polizia stradale Tutelare i lavoratori e sviluppare una sinergica cultura della prevenzione per la riduzione sistematica degli incidenti stradali sul lavoro, in itinere e riguardanti i conducenti professionali, nonché per il contenimento dei costi per la collettività: questi gli obiettivi dell'intesa tra il ministero dell'Interno, dipartimento della Pubblica sicurezza-Servizio Polizia Stradale, e l'Inail, siglata lo scorso 19 novembre a Roma dal Capo della Polizia, Alessandro Pansa, e dal presidente dell'Istituto, Massimo De Felice.


L'accordo è finalizzato all'approfondimento della conoscenza del fenomeno infortunistico con specifico riferimento alle denunce di infortuni in itinere che, nel periodo gennaio-ottobre 2015, ammontano a 74.444; di queste, 48.858 (oltre il 65%) riferite a incidenti avvenuti con mezzo di trasporto, di cui 197 con esito mortale. I dati, pur confermando un trend in lieve diminuzione rispetto all' analogo periodo dell'anno precedente, continuano a destare giusto allarme.

Il protocollo prevede, inoltre, lo svolgimento di interventi di formazione-informazione e sensibilizzazione volti a favorire le attività di prevenzione nonché l'istituzione di un tavolo tecnico di coordinamento e monitoraggio per l'avvio e la verifica di piani e iniziative progettuali a livello centrale e territoriale. Con la stipula del documento, il dipartimento della Pubblica sicurezza e Inail confermano il costante impegno nella prevenzione del fenomeno degli incidenti stradali connessi all'espletamento delle attività lavorative.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.inail.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: