Mese del software Progetto Sicurezza Lavoro
I SOMMARI
Sulla rivista Antincendio n.11/2017 si parla di...
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Prevenzione incendi
Sulla rivista Antincendio n.11/2017 si parla di... Online il Numero di Novembre della rivista Antincendio!
Tanti gli argomenti di questo mese! Si parla di FSE per edifici di grande altezza e per la validazione di impianti sprinkler. Affrontiamo le problematiche di safety per grandi eventi ed i sistemi di controllo fumo e calore nelle macchine elettriche.
Torniamo poi a parlare di smart city anche con riferimento alle relazioni del Safety Expo 2017: le relazioni riguardano come utilizzare il Codice per la progettazione di attività commerciali e quali sono i rischi derivanti dall'installazione di infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici.
Spazio poi ai partner tecnici che hanno animato il Convegno-Manifestazione di Bergamo dello scorso 20 e 21 settembre.

INFORMAZIONI

Il Sommario completo del numero di novembre di Antincendio è disponibile in allegato alla notizia.
Per abbonarsi alla rivista, compilare il seguente modulo, da inviare via fax (F: 06/33111043)
La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS).


Gli ARTICOLI del numero di novembre di Antincendio

Edifici di grande altezza industriali e civili: le soluzioni tecnologiche dalla FSE - Agostino Catalano
È noto come nell'ambito della FSE le problematiche relative agli edifici di grande altezza o con destinazione industriale siano particolarmente sentite. Attenzione, quindi, deve essere posta sia alla protezione passiva che attiva con riguardo per le possibilità di applicazione che la tecnologia mette a disposizione. Varie sono le strade legate alla sperimentazione industriale come a quella scientifica che, comunque, restano indissolubilmente legate. Molti passi avanti il settore lo ha compiuto con lo sviluppo delle nanotecnologie che costituiscono, in generale, la più importante innovazione di questi ultimi anni consentendo il raggiungimento di traguardi impensabili fino a non molti anni fa con riguardo anche per i calcestruzzi ai fini della sicurezza antincendio.

La safety dei grandi eventi: ulteriori visioni e prospettive - Calogero Barbera
Gli eventi incidentali occorsi di recente in piazza San Carlo a Nell'articolo si affronta la tematica della safety dei grandi eventi, percorrendo il contesto dei siti, le basi normative canoniche, l'analisi storica incidentale, i ritorni di esperienza, l'approccio prestazionale per la progettazione dei sistemi d'esodo, la letteratura tecnica per la dinamica di comportamento delle folle, lo stato di allarme sociale per le minacce terroristiche, l'individuazione degli elementi critici di sicurezza, le possibili strategie di mitigazione dei rischi, l'integrazione con gli elementi di security.
A causa della complessità dell'argomento e della natura eterogenea dei grandi eventi il lettore non potrà trarre delle soluzioni e degli schemi if then else per la progettazione e la gestione delle manifestazioni.
L'articolo si prefigge invece di esplorare ulteriori punti di vista, integrabili alla metodologia ordinaria, per la progettazione e la gestione della sicurezza dei grandi eventi.

Deroga: validazione di impianto sprinkler in Fire Safety Engineering - Filippo Battistini, Gianluca Galeotti
Nonostante il Codice di Prevenzione Incendi rappresenti veramente una svolta in merito all'approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio, in alcuni casi capita di utilizzarlo con i vecchi riferimenti normativi (D.M. 9 marzo 2007 e D.M. 9 maggio 2007). Come ben sappiamo, istituendo la Deroga, il progettista antincendio è tenuto a valutare il rischio aggiuntivo presente nell'attività e se presente a proporre misure di tipo compensativo. Ad oggi, sempre più spesso, quando si propone (come misura compensativa alla resistenza al fuoco delle strutture) l'impianto sprinkler, viene richiesto dal Comando dei Vigili del fuoco, o dalla Direzione Regionale la validazione dello stesso mediante analisi CFD dedicate. Non solo è necessario quantificare gli effetti in termini di temperature reali sviluppate dall'incendio, ma anche i comportamenti termo-dinamici delle particelle di acqua e moti convettivi dell'incendio.

Il calcolo dei sistemi di controllo di fumo e calore nelle macchine elettriche - Antonio Annecchini, Massimiliano Russo
Il Decreto Ministeriale 15 luglio 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 180 del 05/08/2014 ed in vigore dal 04/09/2014, disciplina gli aspetti di prevenzione incendi riguardanti la costruzione e l'esercizio delle macchine elettriche fisse con presenza di liquidi isolanti combustibili in quantità superiore ad 1 m3.
Il presente studio concentra l'attenzione su quanto riportato nel decreto, al Capo V del Titolo II riguardante le disposizioni di protezione attiva per le nuove installazioni in apposito locale, ovvero per le installazioni dove la macchina elettrica viene allocata in area elettrica chiusa o cabina realizzata all'interno di un fabbricato .

Il codice e l'evacuazione in caso di incendio: agevolare l'esodo in emergenza - Stefano Zanut, Teresa Villani, Ivan Montanari
Muoversi in un ambiente rappresenta una delle più complesse abilità cognitive e implica l'apporto di diverse funzioni tra cui la memoria, l'attenzione, la percezione e la capacità decisionale (Thorndyke, Hayes-Roth, 1982). Ordinariamente queste sono a carico delle persone impegnate a ricercare una determinata meta all'interno di un edificio e per questo mettono in atto attività come "cercare", "decidere" e quindi "muoversi", in una dinamica finalizzata a creare mappe cognitive dell'ambiente ed elaborare informazioni per decodificarlo, definire le azioni da compiere sul piano decisionale e metterle in atto.
Ma se in situazioni ordinarie queste modalità sostanzialmente non creano problemi, così certo non è quando lo sviluppo di un'emergenza impone una pressione fisica ed emotiva sulle persone che si evolve rapidamente, mettendo in discussione la loro capacità di allontanarsi e raggiungere un luogo sicuro.

I controlli delle porte metalliche resistenti al fuoco - Paolo Castelli
Le porte resistenti al fuoco metalliche sono costruite sin dagli inizi della prevenzione incendi e in prova per ottenere la classe 120 minuti devono resistere a temperature superiori ai 1000 °C. In questi ultimi anni le porte tagliafuoco hanno subito consistenti modificazioni tecnologiche e produttive e la gamma produttiva delle chiusure metalliche comprende diverse tipologie tra le quali le porte ad ante battenti, i portoni scorrevoli, i saliscendi.
La materia delle certificazioni di porte resistenti al fuoco omologate sottoposte a prove ai fini della prevenzione incendi é regolamentata dal decreto 21 giugno 2004 che stabilisce le procedure rispettivamente per la certificazione e per l'omologazione. La normativa assegna al Ministero dell'Interno il compito di effettuare i controlli sulle porte destinate ad attività soggette alla prevenzione incendi. In tal caso il campione oggetto di controllo può essere acquistato presso un rivenditore oppure prelevato in fabbrica e la verifica della conformità viene effettuata per confronto con le caratteristiche dichiarate nella relazione di prova, impiegando le tolleranze previste dalla normativa.

SAFETY EXPO 2017 - La smart city e la prevenzione incendi. Progettare l'antincendio in una città intelligente


L'utilizzo del Codice per la progettazione delle attività commerciali nella smart city - Alberto Maiolo, Roberto Barro
Rischi derivanti dall'installazione di infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici - Michele Mazzaro

SAFETY EXPO - Sponsor tecnici 2017 a cura di C. Gargiulo
AERNOVA
BIFIRE
CAODURO
ECOCLIMA
ESSECI
FSE PROGETTI
GIELLE ANTINCENDIO
GYPROC SAINT GOBAIN
IDROELETTRICA
KNAUF
MARVON
OBO BETTERMANN
PIM ANTINCENDIO
SAFETY NET
SAPIN
STARKEM
UNIVERSO
XELLA ITALIA
ZIGGIOTTO

RUBRICHE

EDITORIALE - Progettare "smart" rende le città più sicure - a cura di Flaminia Ciccotti

ASSOCIAZIONI - Non solo antincendio e sicurezza - Sandro Marinelli
DALLE AZIENDE - Praesidia di Inim: integrazione dalle enormi potenzialità - Inim
UNI 9795 - 2013: da Tecnofire un tool per il calcolo degli assorbimenti - Tecnofire

MERCATO DELL'ANTINCENDIO - Vetrina per favorire l'offerta e l'acquisto di prodotti, sistemi e servizi di prevenzione incendi - a cura di A. Mazzuca

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a antincendio@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: