Mese del software Progetto Sicurezza Lavoro
DAL GOVERNO
Scuole e rischio amianto le dichiarazioni del ministro Giannini
fonte: 
AGI
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Scuole e rischio amianto le dichiarazioni del ministro Giannini "Risparmio energetico, bonifica dall'amianto e sicurezza antisismica costituiscono tre priorità che il governo si é dato per il recupero del patrimonio edilizio scolastico". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, rispondendo al question time alla Camera e ha aggiunto: "Su questi punti il Governo sta lavorando per stanziare ulteriori risorse, pari a circa 300 milioni, al fine di recuperare e riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico, dando priorità agli edifici scolastici

Secondo Giannini, già il cosiddetto "decreto del fare" ha destinato "150 milioni a interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, con particolare riferimento agli edifici "in cui é stata censita la presenza di amianto. Tali finanziamenti sono stati recentemente assegnati agli enti locali e a oggi risultano affidati 602 progetti, destinati, per oltre il 30%, alla sola bonifica dell'amianto. Mancano all'appello ancora due regioni, la Puglia e la Campania, le cui graduatorie sono state oggetto di impugnativa, ma entro il 30 giugno i lavori dovranno essere affidati. In tal modo, stimiamo di poter arrivare a circa 670 interventi appaltati, i cui lavori in molti casi sono già stati conclusi".

Giannini ha confermato "ulteriori risorse, pari a 300 milioni, che saranno finalizzate allo scorrimento delle graduatorie del 'decreto del fare' e che andranno a finanziare circa 1.800 progetti esecutivi aggiuntivi di edilizia scolastica, immediatamente cantierabili. Anche rispetto a questi é prevista la priorità per gli edifici in cui é stata censita la presenza di amianto".

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: