Mese del software Progetto Sicurezza Lavoro
I NOSTRI DOSSIER
Smart Working e sicurezza sul lavoro: riflessioni dal Dossier Safety Expo!
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Smart Working e sicurezza sul lavoro: riflessioni dal Dossier Safety Expo! Durante il Safety Expo 2016, all'interno del Forum di Sicurezza sul lavoro, l'Avvocato Lorenzo Fantini ha condotto un interessante dibattito sullo Smart Working ed il Lavoro Agile alla presenza di Mariarosaria Spagnuolo, Responsabile dell'Area Salute e Sicurezza sul Lavoro di Assolombarda e Marco Morone Tecnico della Prevenzione e Ispettore presso la ASL di Milano.
Lo Smart Working è ora oggetto di una specifica legge in arrivo (DDL AC. n. 2233-B) recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e del lavoro agile, approvato dal Senato il 10 maggio 2017.

Nel Dossier "Safety Expo 2016" realizzato dalla rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro e liberamente scaricabile, oltre a importanti considerazioni su Formazione (Accordo Formazione RSPP) e Voucher, si mettono in luce alcune considerazioni sull'utilizzo di questo strumento nei luoghi di lavoro e sulle connessioni con il tema della sicurezza degli smart workers..

La dott.ssa Spagnuolo ha raccontato l'esperienza di regolamentazione dello smart working avviata da Assolombarda: "abbiamo seguito alcune aziende nello sviluppo dello smart working, aiutandole a fissare le regole e delle procedure aziendali anche di salute e sicurezza in assenza di un quadro normativo di riferimento".
Quanto alla possibile attività di vigilanza da assicurare per gli smart workers, il dott. Morone ricorda che: "Lo smart working non è lavoro da casa; è lavoro da una sede diversa da quella aziendale, scelta dal lavoratore; ... deve produrre qualche cosa entro un determinato periodo, utilizzando strumentazioni - più che altro informatiche - che possono essere messe a disposizione dall'azienda o che possono essere anche di sua proprietà - nei luoghi che lui reputa più adatti. Quindi i rischi fisici come noi li conosciamo - elettromagnetici, rumore - anche se devono essere valutati dal datore di lavoro, rivestono un'importanza minore dal punto di vista di vigilanza, proprio perché è difficile andare a ispezionare il luogo di lavoro"..

Sotto un breve estratto della riflessione sullo smart working!



La riflessione completa sull'argomento è consultabile sul Dossier Safety Expo 2016, liberamente scaricabile, a partire da pagina 21.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: