Norme tecniche per le Costruzioni 2018
STUDI E RICERCHE
Donne e Lavoro: dagli infortuni alle ricerca in salute e sicurezza sul lavoro
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Donne e Lavoro: dagli infortuni alle ricerca in salute e sicurezza sul lavoro La Festa della Donna dell'8 marzo stimola alla diffusione di dati e ricerche anche sulla figura della donna lavoratrice: segnaliamo su INAIL, EU-OSHA e ILO i contributi più significativi in tema di infortuni e malattie professionali e gli studi in materia prevenzione e protezione sul lavoro.

INAIL: i dati su infortuni e malattie professionali
INAIL diffonde i dati su donna e lavoro riscontrando una flessione del 16,3% delle denunce di infortunio tra il 2011 e il 2015, più contenuto rispetto a quello registrato tra gli uomini (-25%). Rispetto al 2014 la diminuzione è pari al 4,6%.
I 227mila infortuni sul lavoro denunciati all'Inail nel 2015 che hanno visto coinvolte le donne nelle tre gestioni principali - Industria e Servizi, Agricoltura e per conto dello Stato - sono stati pari a poco più di un terzo (35,7%) del totale (637mila) e hanno fatto registrare una flessione del 4,6% rispetto all'anno precedente. Nel quinquennio 2011-2015, le denunce d'infortunio al femminile sono passate dai 271.306 casi del 2011 ai 227.111 del 2015 (-16,3%), a fronte di un limitato aumento (+1,3%) dell'occupazione femminile nello stesso arco di tempo.
Sorprende per gli infortuni in itinere, avvenuti nel tragitto casa-lavoro-casa, il numero di infortunio più alta per le donne rispetto agli uomini, sia in valore assoluto (per il 2015 rispettivamente 49.721 casi contro 45.722) che in percentuale (21,9% contro 11,2%).
Quanto alle malattie professionali, le tecnopatie denunciate dalle lavoratrici nel 2015 sono state quasi 17mila, pari al 28,5% delle circa 59mila malattie professionali denunciate in totale. Confermato anche per le donne, il trend in aumento degli ultimi anni, in controtendenza rispetto all'andamento decrescente degli infortuni sul lavoro: dalle 57.370 denunce del 2014, infatti, si è passati alle 58.917 del 2015 (+2,7%). Prendendo in considerazione solo le denunce delle lavoratrici, nel confronto con il 2014 si registra una sostanziale stabilità, con 16.795 casi protocollati nel 2015 rispetto ai 16.748 dei 12 mesi precedenti. Rispetto alle 14.217 denunce del 2011, invece, l'aumento è del 18,1%, più contenuto, comunque, di quello relativo ai casi di tecnopatie denunciati dai lavoratori maschi (+27,3%).

EU-OSHA: i documenti informativi
L'Agenzia europea per la salute e sicurezza sul lavoro (EU-OSHA) riporta l'attenzione su alcuni importanti studi realizzati negli anni scorsi, fra i quali la relazione: Women and the ageing workforce: implications for occupational safety and health (2016) (Donne e forza lavoro che invecchia: implicazioni per la sicurezza sul lavoro e la salute) ma anche casi di studio: "Un esempio di lavoro sostenibile per il personale della scuola dell'infanzia (2016)" oltre ad articoli di OSHWiki e documentazione varia.

ILO: violenza sul lavoro e iniziative sindacali
L'ILO (international Labour Organization ha pubblicato un interessante volume, liberamente scaricabile dal titolo: "Violence and Harassment against Women and Men in the World of Work-Trade Union Perspective and Action" (Jane Pillinger - Marzo 2017). Redatto sulla base di un lavoro di ricerca delle sigle sindacali di Global Union Federations, riporta 35 casi di studio nazionali provenienti da diversi settori e paesi in tutto il mondo per dimostrare che attraverso contratti collettivi, le politiche sul posto di lavoro e trattative, campagne e attività di sensibilizzazione, i sindacati hanno fatto passi in avanti per affrontare il tema delle violenze sul lavoro. Un obiettivo chiave del rapporto è quello di promuovere un approccio sistematico per la prevenzione e l'eliminazione della violenza e delle molestie sul lavoro e di coinvolgere i sindacati per individuare standard comuni in occasione della Conferenza internazionale del lavoro nel 2018.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: