SIEMENS
 Edilizia
 COSTRUZIONI
Sistemi di classificazione edilizi: in vigore la parte 2 della UNI EN ISO 12006
2 aprile 2020
fonte: 
area: Edilizia
Sistemi di classificazione edilizi: in vigore la parte 2 della UNI EN ISO 12006 In vigore dallo scorso 27 marzo 2020 la parte 2 ("Struttura per la classificazione" ) della UNI EN ISO 12006 "Organizzazione dell'informazione delle costruzioni" redatta dalle Commissioni tecniche "Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio" e "BIM e gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni". Recepisce lo standard ISO 12006-2:2015 e la EN ISO 12006-2:2020 approvata nel febbraio scorso.
La norma definisce una struttura per lo sviluppo di un sistema di classificazione edilizio. Essa identifica un insieme di titoli di tabelle di classificazione raccomandati per un intervallo di classi informative di oggetti in base a viste particolari, ad esempio per forma o funzione, supportato da definizioni. Mostra come sono correlate le classi di oggetti classificate in ciascuna tabella, come una serie di sistemi e sottosistemi, ad esempio in un modello informativo edilizio.

Contenuto del sistema di classificazione
Non fornisce un sistema di classificazione operativo completo, né fornisce il contenuto delle tabelle, sebbene fornisca alcuni esempi. La norma è destinata all'uso da parte di organizzazioni che sviluppano e pubblicano tali sistemi e tabelle di classificazione, che possono variare nei dettagli per soddisfare le esigenze locali. Tuttavia, se questa parte della ISO 12006 viene applicata nello sviluppo dei sistemi e delle tabelle di classificazione locali, allora sarà facilitata l'armonizzazione tra di loro.
Si applica all'intero ciclo di vita dei lavori di costruzione, inclusi incontri, progettazione, documentazione, costruzione, funzionamento e manutenzione e demolizione. Si applica alle opere edili e di ingegneria civile, compresi i servizi di ingegneria associati e il paesaggio.

Nella stessa serie 12006 ricordiamo che la Parte 3: Struttura per le informazioni orientate agli oggetti risale al 2016 e specifica un modello di informazione indipendente dal linguaggio che può essere impiegato per lo sviluppo di dizionari impiegati per memorizzare o fornire informazioni riferite a lavori di costruzione.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito store.uni.com 
Vedi anche:
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic