fbpx

Regolamento CLP: modifiche alla classificazione ed etichettatura di alcune sostanze

1246 0

Nuova modifica all’allegato VI, parte 3 , del regolamento CLP, il Reg. n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele per l’adeguamento al progresso tecnico e scientifico.

Con Regolamento delegato (UE) 2021/849 dell’11 marzo 2021(GU L 188 del 28.5.2021), la Commissione modifica in particolare la Tabella 3 che contiene l’elenco della classificazione e dell’etichettatura armonizzate di sostanze pericolose sulla base dei criteri di cui all’allegato I, parti da 2 a 5, dello stesso regolamento.

Regolamento delegato (UE) 2021/849 dell’11 marzo 2021 – Le modifiche alla Tabella del CLP

Le modifiche riguardano sostanze per le quali l’ECHA (l’Agenzia europea per le sostanze chimiche) ha ricevuto proposte volte

  • a introdurre la classificazione e l’etichettatura armonizzate
  • e ad aggiornare o abrogare la classificazione e l’etichettatura armonizzate di altre sostanze

Le sostanze di cui varia la classificazione

L’Agenzia ha calcolato i valori delle stime di tossicità acuta (STA) per

  • ossido di dirame,
  • dicloruro di rame triidrossido,
  • esaidrossosolfato di tetrarame
  • ed esaidrossosolfato idrato di tetrarame,
  • fiocchi di rame (rivestiti di acido alifatico),
  • carbonato di rame(II)
  • idrossido di rame(II) (1:1),
  • diidrossido di rame; idrossido di rame(II),
  • poltiglia bordolese;
  • prodotti di reazione del solfato di rame con diidrossido di calcio e solfato di rame pentaidrato,
  • oltre a quelli proposti nei pareri del RAC per altre sostanze.

Tali valori delle STA sono stati inseriti nella penultima colonna della tabella 3 dell’allegato VI, parte 3, del regolamento (CE) n. 1272/2008.

Le sostanze con la classificazione ed etichettatura aggiornata

La Commissione ha ricevuto ulteriori informazioni che contestano la valutazione scientifica contenuta nei pareri del RAC (ma non le ha ritenute sufficienti a sollevare dubbi sull’analisi scientifica):

  • del 15 marzo 2019 sulla sostanza mancozeb,
  • del 20 settembre 2019 sulla sostanza 4-metilpentan-2-one,
  • e del 20 settembre 2019 sulla sostanza dimetomorf.

Ritiene pertanto appropriato introdurre, aggiornare o abrogare la classificazione e l’etichettatura armonizzate di determinate sostanze.

Quando si applica il Regolamento2021/849?

Il Regolamento si applica a decorrere dal 17 dicembre 2022, perché risulta appropriato introdurre un certo periodo di tempo ai fornitori per consentire loro di adeguare l’etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele alle classificazioni nuove o riviste e di vendere le scorte esistenti, aggiornare o abrogare la classificazione e l’etichettatura armonizzate di determinate sostanze.

Il Regolamento 2020/1182

Con REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2020/1182 la Commissione adegua al progresso tecnico l’allegato VI parte 3, del regolamento (CLP) n. 1272/2008,e raccoglie le proposte volte a introdurre la classificazione e l’etichettatura armonizzate di determinate sostanze e ad aggiornarne o abrogarne la classificazione e l’etichettatura armonizzate di e altre sulla base dei pareri del Comitato per la valutazione dei rischi dell’Agenzia europea delle Sostanze chimiche (ECHA) che si sono appuntati sul «piombo» e sul «2-butossietanolo; etilenglicol-monobutiletere».
Le sostanze e le miscele oggetto di modifica possono, prima del 1° marzo 2022, essere classificate, etichettate e imballate a norma del regolamento (CE) n. 1272/2008 come modificato dal nuovo regolamento (si intende consentire ai fornitori di adeguare l’etichettatura e l’imballaggio delle sostanze e delle miscele alle classificazioni nuove o riviste e di vendere le scorte esistenti).

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2020/1182: le voci di sostanze modificate

Nel regolamento si fa esplicito riferimento ad alcune delle modifiche alla Tabella 3: in particolare si parla della sostanza «piombo» e la sostanza «2-butossietanolo; etilenglicol-monobutiletere».

La voce piombo in Tabella 3, all VI

Per quanto riguarda la sostanza «piombo»: numero CAS 7439-92-1 e ai numeri della sostanza 082-013-00-1 (polvere di piombo; [diametro delle particelle < 1 mm]) e 082-014-00-7 (piombo massivo; [diametro delle particelle = 1 mm]), il comitato ha proposto di applicare la stessa classificazione ambientale tanto alla forma massiva quanto a quella in polvere. Il comitato deve però procedere a un’ulteriore valutazione circa l’opportunità di applicare la stessa classificazione ambientale al piombo massivo e in polvere: in base ad alcuni studi scientifici, la classificazione ambientale della forma massiva raccomandata non risulta adeguata e non sarà pertanto inclusa nell’allegato VI del regolamento (CE) n. 1272/2008 finché il comitato non avrà emesso un parere riveduto.

La voce butossietanolo in Tabella 3, all VI

Per quanto riguarda la sostanza «2-butossietanolo; etilenglicol-monobutiletere» (numero CAS 111-76-2) in base a nuovi dati scientifici relativi alla classe di pericolo «tossicità acuta (inalazione)» si presume che la classificazione per tale classe di pericolo raccomandata nel parere del comitato, basata su dati meno recenti, possa non essere adeguata. Di conseguenza, questa classe di pericolo non dovrebbe essere oggetto di modifica nell’allegato VI del regolamento (CE) n. 1272/2008 finché il comitato non avrà emesso un parere riveduto alla luce delle nuove informazioni disponibili, mentre dovrebbero invece essere incluse tutte le altre classi di pericolo coperte dal parere del comitato.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore