Tutela Ambientale
 FINANZIAMENTI
Rimozione amianto da edifici pubblici: integrata la graduatoria dei beneficiari
15 gennaio 2018
fonte: 
area: Tutela ambientale
Rimozione amianto da edifici pubblici: integrata la graduatoria dei beneficiari Con Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 510/2017 del 27 novembre 2017 è stata approvata la graduatoria relativa ai finanziamenti di cui al Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 1/STA del 10 gennaio 2017 per la progettazione degli interventi di rimozione dell'amianto dagli edifici pubblici, con priorità agli edifici scolastici e alle situazioni di particolare rischio (amianto friabile).

AGGIORNAMENTO
Con Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 43/STA del 9 febbraio 2018 è stata approvata l'integrazione della graduatoria relativa ai finanziamenti di cui al Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 510/STA del 27 novembre 2017 per la progettazione degli interventi di rimozione dell'amianto dagli edifici pubblici, con priorità agli edifici scolastici e alle situazioni di particolare rischio (amianto friabile).

Il Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 1/STA del 10 gennaio 2017 individua le disposizioni applicative per l'attribuzione dei fondi per interventi di bonifica dall'amianto di cui al citato articolo 56, comma 7, della Legge 28 dicembre 2015, n. 221.
La Legge 28 dicembre 2015, n. 221 stabilisce che agli oneri derivanti dal funzionamento del Fondo, pari a 5,536 milioni di euro per l'anno 2016 e a 6,018 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018, si provvede mediante corrispondente riduzione delle proiezioni dello stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2015-2017, nell'ambito del programma "Fondi di riserva e speciali" della missione "Fondi da ripartire" dello stato di previsione del Ministero dell'Economia e delle Finanze per l'anno 2015, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

La richiesta di finanziamento era stata aperta fino al 30 aprile 2017, per i soggetti di cui all'articolo 1, comma 1, del Decreto, per mezzo della piattaforma informatica www.amiantopa.minambiente.ancitel.it;
Ciascun ente poteva presentare una sola richiesta di finanziamento per la progettazione di un singolo intervento. L'intervento poteva riguardare anche più edifici o unità locali, sempre nel rispetto del limite complessivamente previsto dall'articolo 1, comma 2, del Decreto.

Non possono essere oggetto di finanziamento:
a) la progettazione di interventi di ripristino, la realizzazione di manufatti sostitutivi e la loro messa in opera;
b) le spese di acquisto di beni, mezzi e materiali sostitutivi e la loro messa in opera;
c) gli incarichi di progettazione preliminare e definitiva già conferiti al momento dell'ammissione al finanziamento;
d) la progettazione di interventi realizzati prima della pubblicazione del bando o prima dell'ammissione al finanziamento;

Il decreto, che individua le disposizioni applicative per l'attribuzione dei fondi, è consultabile sulle pagine del Ministero dell'Ambiente.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.minambiente.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!