Safety Expo 2019
 Tutela Ambientale
 SU AMBIENTE & SICUREZZA SUL LAVORO
Rifiuti e codici a specchio: dopo la sentenza della CGUE problema risolto?
10 giugno 2019
fonte: 
area: Tutela ambientale
Rifiuti e codici a specchio: dopo la sentenza della CGUE problema risolto? La corretta classificazione dei rifiuti, con particolare riferimento ai c.d. codici a specchio, è un argomento controverso, delicato e problematico sul quale si è sinora discusso sia a livello dottrinale sia a livello giurisprudenziale, con orientamenti altalenanti da parte della giurisprudenza di legittimità e la necessità di una definizione univoca della questione in sede interpretativa comunitaria.
La vicenda è culminata con una recentissima sentenza della Corte di Giustizia europea, la quale ha finalmente fatto luce sulle modalità che il produttore o detentore del rifiuto deve porre in essere per non incorrere in una irregolare gestione dei rifiuti.
L'articolo di Alessandro Zuco (Avvocato specializzato in diritto ambientale e sicurezza sul lavoro) su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.5/2019 torna sul controverso tema relativo alla corretta classificazione dei rifiuti, in particolare per quanto concerne i codici speculari e sulle conclusioni della sentenza della Corte di Giustizia europea.


L'articolo è disponibile per abbonati alla rivista Ambiente&Sciurezza sul Lavoro (*).

Nell'articolo viene illustrata la disciplina normativa sulla classificazione dei rifiuti a partire dalla Decisione 200/532/CE, istitutiva dell'Elenco europeo dei rifiuti e dalla Decisione 94/904/CE, istitutiva di un elenco di rifiuti pericolosi.
Si passa poi all'analisi della evoluzione dottrinale e giurisprudenziale sul tema della corretta classificazione dei rifiuti aventi codici a specchio, in particolare, i due orientamenti contrapposti: la tesi della "certezza" o della "pericolosità presunta", ispirata al principio di precauzione, e la tesi della "probabilità".

Riferimenti bibliografici:
Rifiuti e codici a specchio
Dopo la sentenza della CGUE problema risolto o questione ancora aperta?
Alessandro ZucoAmbiente&Sicurezza sul Lavoro n.5/2019<

(*) Conosci la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro?

Dal 1985 un aggiornamento competente e puntuale per i professionisti della sicurezza.

Ogni anno 11 fascicoli con approfondimenti normativi, tecnici e applicativi delle leggi; risposte pratiche ai dubbi che s'incontrano nella propria professione; aggiornamenti su prodotti e servizi per la prevenzione.

Scopri la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Per abbonarsi alla rivista, compila il modulo da inviare via fax (06 33111043)

La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS)


Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!