Safety Expo 2019
 Tutela Ambientale
 DAL COMITATO GESTORI
Responsabili tecnici per i rifiuti: così cambia la procedura di verifica dell'idoneità
16 luglio 2019
fonte: 
area: Tutela ambientale
Responsabili tecnici per i rifiuti: così cambia la procedura di verifica dell'idoneità Dopo aver aggiornato la disciplina sulle verifiche di idoneità per i responsabili tecnici con la precedente Deliberazione n.3, il Comitato Gestori ambientali con Deliberazione n.4 del 25 giugno 2019 ridefinisce i criteri e le modalità di svolgimento delle suddette verifiche.
Questa Deliberazione entra in vigore il 19 luglio 2019 (art.8) abrogando la deliberazione n.7/2017 e la deliberazione n. 10/2017. Coloro i quali abbiano conseguito l'idoneità iniziale prima dell'entrata in vigore della Deliberazione n.4/2019 potranno iscriversi alle verifiche per gli ulteriori moduli specialistici mancanti, senza dover nuovamente sostenere la parte relativa al modulo obbligatorio per tutte le categorie (art.7).
Vediamo dunque tutte le novità nelle procedure di verifica.

Domanda di iscrizione e requisiti

La Deliberazione stabilisce entro il 30 novembre di ogni anno, il termine per la pubblicazione sul sito dell'Albo nazionale gestori ambientali, delle sedi e delle date delle verifiche per i responsabili tecnici.
La domanda di iscrizione alla verifica (art.2): va inviata esclusivamente per via telematica non prima del termine di sessanta giorni e non oltre il termine di quaranta giorni antecedenti la data di svolgimento della verifica. Si dettagliano quindi (art. 2 comma 3) i requisiti di coloro che vengono ammessi alle verifiche, le procedure compilative del modello (comma 4) nel quale deve comparire, la data, la sede dell'esame e il modulo per il quale intende sostenere la verifica.

Svolgimento delle verifiche

I candidati verranno avvertiti con mail (spedita almeno venti giorni antecedenti la data della verifica come indica l'art.5) di conferma dell'iscrizione e con l'indicazione di data e sede dei moduli specialistici oggetto della verifica.
Si ricorda che il candidato può iscriversi per un massimo di 3 moduli nella stessa sessione, (come confermato in Delibera n.3) ma devono sussistere due condizioni (dettagliate nel comma 5 dell'art.2): la prima richiede che la verifica sia costituita dal modulo obbligatorio per tutte le categorie e da almeno un modulo specialistico; la seconda riguarda chi ha già sostenuto la verifica iniziale: può iscriversi per gli ulteriori moduli di specializzazione senza dover nuovamente sostenere la parte relativa al modulo obbligatorio.

Commissione, contenuti e punteggi

L'art.3 dettaglia la composizione e funzione della commissione d'esame e l'art.4 si concentra sui contenuti della verifica (40 quiz a risposta multipla per ciascun modulo oggetto della verifica in 60 minuti ognuno, con relativi punteggi). I punteggi di idoneità vengono dettagliati in art.6 sia per la verifica iniziale che per la verifica di aggiornamento. I nominativi dei canditati risultati idonei verranno poi pubblicati sul sito dell'Albo nazionale gestori ambientali con rilascio successivo di apposito attestato.

Riferimenti normativi

Deliberazione del 25 giugno 2019
Criteri e modalità di svolgimento delle verifiche per i responsabili tecnici di cui all'articolo 13 del decreto del Ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, 3 giugno 2014, n. 120

Sulla banca dati Sicuromnia

Su Sicuromnia è disponibile il testo del Provvedimento e i provvedimenti collegati oltre a news/articoli di approfondimento.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!