Safety Expo 2019
 Tutela Ambientale
 LA SENTENZA
Oblazione in sicurezza e in ambiente: differenze sanzionatorie secondo la Consulta
5 agosto 2019
fonte: 
area: Tutela ambientale
Oblazione in sicurezza e in ambiente: differenze sanzionatorie secondo la Consulta L'analogia tra l'oblazione in materia ambientale, ai sensi dell'art. 318-septies T.U.A., e quella in materia di sicurezza sul lavoro, ai sensi dell'art. 24, D.Lgs. n. 758 del 1994, non implica che la corrispondenza debba estendersi anche alla quantificazione della somma da versare per l'oblazione ai sensi dell'art. 162-bis c.p., in caso di adempimento tardivo delle prescrizioni imposte dall'organo di vigilanza, poiché i beni tutelati (salvaguardia dell'ambiente e sicurezza dei lavoratori), seppur entrambi di rilievo costituzionale, non richiedono un'identica tutela.
È quanto prevede la Corte costituzionale in sentenza n. 76 del 09.04.2019.
La sentenza è presente sulla banca Dati Sicuromnia.
Il G.I.P. del Tribunale di Cuneo sollevava l'illegittimità costituzione dell'art. 318-septies, comma 3, per contrasto con l'art. 3 della Cost., nella parte in cui prevede che l'adempimento tardivo, ma comunque avvenuto in un tempo congruo, ovvero l'eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose della contravvenzione ambientale con modalità diverse da quelle indicate dall'organo di vigilanza, determinano una riduzione della somma da versare pari alla metà del massimo dell'ammenda prevista per il reato contestato, anziché a un quarto del medesimo ammontare massimo, come invece disposto in fattispecie analoga, in caso di contravvenzione alle norme di prevenzione degli infortuni sul lavoro (cfr. art. 24, co. 3, del D.Lgs. n. 758/1994).
La Corte Costituzionale dichiara non fondata la questione di legittimità costituzionale, pronunciandosi come da massima e ritenendo non manifestamente irragionevole la previsione di una diversa entità della somma che l'imputato deve pagare per l'oblazione ambientale, trattandosi, piuttosto, di una soluzione parametrata al maggior grado di intensità con cui il legislatore ha inteso modulare la tutela dell'ambiente.

Conosci la Banca Dati Sicuromnia?

La banca dati di Salute e Sicurezza, Antincendio, Ambiente contiene tutta l'informazione e l'aggiornamento per i professionisti ed le aziende che devono applicare la normativa in materia di prevenzione e protezione dai rischi

Ti aggiorna quotidianamente sulle norme e sulle sentenze di recente emanazione
Ti supporta nella gestione degli obblighi di legge attraverso le tabelle di adempimento, lo scadenzario, la modulistica e le schede rapide
Ti propone un servizio di analisi e commento attraverso la consultazione degli approfondimenti tratti dalle più importanti pubblicazione di settore
Ti mette a disposizione un esperto che risponde alle tue specifiche esigenze di chiarimento.
Ti offre inoltre un servizio di newsletter mensile che, direttamente sulla tua mail, ti segnala i più recenti contenuti inseriti in banca dati.

Richiedi una settimana di accesso gratuito!.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!