SafetyExpo 2018
REPORT EVENTI
Laboratori Cinsedo: gestione Rifiuti: fra criticità e buone prassi
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Tutela ambientale
Laboratori Cinsedo: gestione Rifiuti: fra criticità e buone prassi Si è svolto lo scorso 20 aprile il Laboratorio "Environmental Implementation Review (EIR): tavoli tematici e scambio di buone pratiche" (1a serie: Direttive "Rifiuti"), organizzato dal Cinsedo (Centro interregionale studi e documentazione) in materia di sviluppo delle politiche ambientali. Il seminario e i laboratori fanno parte del programma di formazione in materia europea che il Cinsedo organizza ogni anno per i funzionari e i dirigenti delle Regioni e delle Province autonome italiane.

Obiettivo del Laboratorio
L'obiettivo del laboratorio è stato quello di contribuire a rafforzare la capacità amministrativa per individuare soluzioni efficaci di governance ambientale nella gestione dei rifiuti, proprio attraverso lo scambio di buone pratiche tra Regioni.
Il costo della mancata applicazione della normativa ambientale ammonta a 50 miliardi di euro l'anno: necessario quindi individuare soluzioni di governance efficaci proprio nel coordinamento tra i diversi livelli istituzionali coinvolti, come già evidenziato dalla Commissione nel rapporto Eir,"Environmental Implementation Review" pubblicato il 3 febbraio 2017.
Per questo il tema della migliore organizzazione della distribuzione di competenze nella gestione dei rifiuti, dal livello regionale al livello locale è stato al centro del "confronto interregionale" che ha preso vita nel corso del seminario attraverso le risposte di tre Regioni individuate come best practice di governance ambientale (Marche, Lombardia ed Emilia Romagna).

Cos'è l'EIR
L'Eir è un ciclo biennale di analisi e dialogo che integra gli altri strumenti a disposizione della Commissione europea, dal controllo dell'attuazione alle procedure di infrazione. La prima Comunicazione Eir, del 3 febbraio 2017, è accompagnata da 28 relazioni, una per ogni Stato membro, che illustrano sfide e opportunità, proponendo ad ogni Stato azioni volte a migliorare l'attuazione delle politiche e delle normative ambientali, mettendo in luce sia le lacune che le eccellenze. Le informazioni riportate nelle relazioni per Paese sono verificate dalla Commissione con ciascuno Stato.

Prossimi appuntamenti
Il laboratorio che si è tenuto il 20 aprile (vedi il Programma svolto) è il primo di una serie di tre che proseguirà quest'anno con lo scambio di buone pratiche tra Regioni anche nei settori "aria" (6 luglio) ed "acqua" (5 ottobre), in collegamento con gli approfondimenti settoriali contenuti nel rapporto EIR 2017 e in previsione del secondo rapporto della Commissione europea previsto per il 2019. Vedi tutto il programma dei Seminari ed il Link per l'iscrizione.

Le Dichiarazioni
Fra le dichiarazioni riportate anche sul sito delle Regioni e nelle videointerviste realizzate, segnaliamo l'appello lanciato da Ion Codescu della Commissione europea (responsabile dell'Eir) a "Rispettare le politiche ambientali, specialmente nel campo dei rifiuti. Importanti non solo per Bruxelles (a livello di Commissione Europea) e Roma, ma soprattutto anche per i cittadini a livello locale"



Gli fa eco spiegato Antonio Caponetto, Segretario generale del ministero dell'Ambiente che sottolinea, "L'Italia presenta ancora situazioni in chiaroscuro. Negli ultimi 10 anninel campo della raccolta differenziata, nell'efficienza dei sistemi di smaltimento e di riciclo dei rifiuti sono stati fatti grandi passi avanti e c'è un incremento importante delle performance e delle percentuali. Ci sono alcuni dati molto soddisfacenti, quasi pienamente soddisfacenti, però in alcune aree del Paese ci sono invece dati e performance ancora troppo basse, ancora troppo al di sotto della minima in altre parti delle Paese e bisogna lavorare per portare tutti al medesimo standard" e ancora "La formazione e la sensibilizzazione anzitutto dei cittadini e anche degli amministratori sono una questione chiave e essenziale. Uno degli elementi che è emerso con chiarezza nella discussione e dalle esperienze che sono state portate dalle varie regioni - nel corso del seminario del Cinsedo - è che anche i cittadini si adeguano più facilmente e più spontaneamente alle esigenze della raccolta differenziata quanto più percepiscono" la validità di talune scelte nel settore. "



Disponibili sul sito delle Regioni anche le slide dei materiali proposti durante il Seminario!

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.regioni.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS