Tutela Ambientale
 DAL COMITATO GESTORI
Iscrizioni Albo Gestori: chiarimenti su codici e variazioni in sede disciplinare
1 luglio 2020
fonte: 
area: Tutela ambientale
Iscrizioni Albo Gestori: chiarimenti su codici e variazioni in sede disciplinare Il Comitato Gestori risponde con due Circolari ( CIRCOLARE n.6/2020 e CIRCOLARE n.7/2020 ) ad alcune richieste di chiarimenti su aspetti operativi relativi all'iscrizione all'Albo Nazionale Gestori ambientali: la prima riguarda le iscrizioni di codici terminanti in 99, la seconda riguarda le eventuali variazioni nelle posizioni degli iscritti in fase di procedimento disciplinare.
Ecco i quesiti e le risposte fornite dal Comitato alle Sezioni regionali.

CIRCOLARE n.6/2020: iscrizioni codici terminanti in 99

Con CIRCOLARE n.6/2020 si risponde alle Sezioni regionali sull'iscrizione all'Albo, dei codici dell'elenco europeo dei rifiuti che terminano con le cifre 99 e che non risultano regolamentati da disposizioni normative. Il Comitato ricorda che già con circolare prot. n.661 del 19/04/2005 si faceva riferimento alla procedura descritta al punto 3 dell'introduzione all'allegato D, parte IV, decreto legislativo 152/2006, dove è chiaro che l'attribuzione dei codici dell'EER terminanti con le cifre 99 ha carattere puramente residuale.
Pertanto, le Sezioni regionali devono procedere all'esame dei codici dell'EER che terminano con le cifre 99 alle seguenti condizioni:
1. il codice EER sia adeguatamente descritto;
2. sia presente una dichiarazione a firma del produttore del rifiuto che descriva le modalità di classificazione secondo le disposizioni della decisione n. 2014/955/Ue e del Reg. (Ue) n. 1357/2014.
Attenzione, però che la descrizione non sia stata già individuata da norme regolamentari quali:
D.M. 05 febbraio 1998, relativo al recupero dei rifiuti non pericolosi
D.M. n. 161 del 12 giugno 2002, relativo al recupero dei rifiuti pericolosi
D.M. 08 aprile 2008, relativo alla gestione dei centri di raccolta
• Altri provvedimenti rilasciati dalle competenti amministrazioni agli impianti di destinazione.

CIRCOLARE n.7/2020: procedimenti disciplinari e variazioni nelle posizioni degli iscritti


In caso di procedimento disciplinare, una eventuale variazione nella posizione del soggetto iscritto o dei suoi organi assume rilievo ai fini dell'irrogazione della sanzione?
Il Comitato risponde con Circolare n.7/2020 che in sede di procedimento disciplinare ai sensi dell'art. 21 del DM 120/2014 la Sezione regionale non deve tener conto, al fine di valutare l'applicazione e la misura delle sanzioni, delle variazioni intervenute nella posizione del soggetto iscritto o dei suoi organi a seguito di richiesta o di comunicazione successiva alla ricezione da parte di quest'ultimo della contestazione degli addebiti.

Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic