fbpx

Fondo Vittime Amianto, cosa dice la Legge di Bilancio 2021

795 0

In base alla Finanziaria 2021 (LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178 punto 356 e ss),a  decorrere dal 1° gennaio 2021, l’INAIL, attraverso il Fondo Vittime amianto (leggi la nostra guida per i risarcimenti), eroga una prestazione aggiuntiva nella misura percentuale del 15 per cento della rendita in godimento. Verrà erogata unitamente al rateo di rendita corrisposto mensilmente ed è cumulabile con le altre prestazioni spettanti a qualsiasi titolo sulla base delle norme generali e speciali dell’ordinamento (punto 356).

Le novità della Legge di Bilancio 2021 per i risarcimenti da amianto

Inoltre, fra le novità introdotte:

  • una prestazione “una tantum” di 10mila euro per i malati di mesotelioma non di origine professionale,
  • l’estensione delle prestazioni Inail anche alle Unioni Civili;
  • maggiorazione contributiva utile ai fini pensionistici per i lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario.

Eventi accertati a decorrere dal 1° gennaio 2021

Per gli eventi accertati a decorrere dal 1° gennaio 2021, l’INAIL, eroga ai malati di mesotelioma, che abbiano contratto la patologia per esposizione familiare a lavoratori impegnati nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale, una prestazione di importo fisso pari a euro 10.000 da corrispondere in un’unica soluzione su istanza dell’interessato o degli eredi in caso di decesso. L’istanza è presentata a pena di decadenza entro tre anni dalla data dell’accertamento della malattia (punto 357).

Ulteriori disponibilità del Fondo Vittime Amianto

Inoltre, si dispone che alcune disponibilità del Fondo siano utilizzate

  • per il pagamento della prestazione aggiuntiva;
  • per il pagamento della prestazione di importo fisso in un’unica soluzione di 10.000 euro a favore dei malati di mesotelioma, che abbiano contratto la patologia per esposizione familiare a lavoratori impegnati nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale, o dei loro eredi con riferimento agli eventi accertati fino al 31 dicembre 2020 e per i quali non sia decorso, a pena di decadenza, il termine di tre anni dalla data di accertamento della malattia

A decorrere dal 1° gennaio 2021 non si applica l’addizionale a carico delle imprese e l’autorizzazione di spesa è soppressa (358).

Lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario

Per i lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario, che hanno prestato la loro attività nel sito produttivo senza essere dotati degli equipaggiamenti di protezione adeguati all’esposizione alle polveri di amianto, il comma 360 dell’articolo 1 della legge di bilancio 2021 ha disposto il riconoscimento dei benefici previdenziali per l’amianto, secondo quanto previsto dall’art. 13, comma 8 della legge 257/1992, vale a dire una maggiorazione contributiva utile ai fini pensionistici pari a 1,50 per il periodo di esposizione all’amianto, prevedendone anche un iter più veloce per il riconoscimento del diritto.  

Aggiornati con i corsi di formazione dell’Istituto INFORMA

Approfondisci la tematica con i volumi di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore