Safety Expo 2019
 Prevenzione Incendi
 NORMATIVA
Contenitori e distributori di carburanti: chiarimenti VV.F. sulla resistenza meccanica
23 maggio 2019
fonte: 
area: Prevenzione incendi
Contenitori e distributori di carburanti: chiarimenti VV.F. sulla resistenza meccanica Con Nota n. 5003 del 5 aprile 2019 (disponibile in banca Dati Sicuromnia* e) pubblicata sul sito dei Vigili del fuoco, il Dipartimento VV.F. fornisce alcuni chiarimenti circa le previsioni del D.M. 31 marzo 2014 in materia di resistenza meccanica dei materiali utilizzati nell'ambito dei distributori stradali di carburanti (liquidi, gassosi o misti: liquidi/gassosi) per autotrazione ed in particolare sui contenitori/distributori rimovibili di carburanti liquidi.

Spiega il Dipartimento che il DM 31/3/2014 (che modifica il DM 24/5/2002) indica come soluzioni conformi per manufatti con grado sicurezza di l° grado non solo l 'adozione di pareti in cemento armato ma anche l 'impiego di materiali alternativi per i quali sia possibile dimostrare equivalente resistenza meccanica. Il fabbricante di manufatti destinati ad essere utilizzati nell'ambito dei distributori stradali di gas naturale deve quindi dimostrare, attraverso metodi basati sull'ingegneria, l'equivalente resistenza meccanica dei materiali utilizzati.

Come verificare tale equivalenza? Secondo il Dipartimento VV.F. il fabbricante potrà predisporre un fascicolo tecnico con la descrizione della geometria del manufatto, dei materiali e dei particolari di assemblaggio, assumendo corrette ipotesi sull'analisi dei carichi previsti in caso di esplosione (e si fa riferimento all'Eurocodice UNI EN 1991-1-7 "Azioni sulle strutture - Azioni eccezionali"); inoltre dovrà sviluppare un calcolo strutturale, anche ricorrendo all'analisi agli elementi finiti, per dimostrare quanto previsto dalla sicurezza di l° grado: "quando le caratteristiche costruttive dei manufatti sono tali da garantire, in caso di scoppio, il contenimento dei materiali sia lateralmente che verso l'alto".
Tale fascicolo tecnico, (ai sensi del DM. 07 agosto 2012) ricordano i VV.F., dovrà essere reso disponibile per eventuali controlli del Comando nell'ambito dei procedimenti di prevenzione incendi.

Riferimenti normativi:
DM 31 mar 2014 -grado di sicurezza di 1° grado - Chiarimenti
(Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile)


Sulla banca dati SicuromniaSu Sicuromnia è disponibile il testo del Provvedimento e i provvedimenti collegati oltre a news/articoli di approfondimento.
Richiedi una settimana di accesso gratuito!.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!