AMA
 Edilizia
 VIDEO-NEWS
Patuanelli: question time: incentivi energia e DL Semplificazioni, cosa c'è in vista?
10 luglio 2020
fonte: 
area: Edilizia
Patuanelli: question time: incentivi energia e DL Semplificazioni, cosa c'è in vista? Sul sito del MISE il testo dell'interrogazione svolta alla Camera al Ministro Patuanelli l'8 luglio scorso, in cui trapelano alcuni dati interessanti circa gli incentivi per impianti eolici e fotovoltaici sul Decreto FER 1 e sulle misure energetiche previste nel DL Semplificazioni.


Il Ministro cita dati di terna che indicherebbero che i progetti autorizzati e non ancora ammessi a un meccanismo di sostegno crescono di circa 500 MW/anno, contro un fabbisogno di nuovi impianti, per gli obiettivi PNIEC, di circa 4000 MW/anno, in larga parte eolici e fotovoltaici.
Si richiama anche il DM FER1 da noi analizzato, destinato all'incentivazione delle fonti più economiche e mature (eolico, fotovoltaico, idroelettrico, gas di depurazione), che ha visto lo svolgimento finora di due procedure di aste e registri, in cui per la prima volta è rimasta non assegnata una parte della capacità disponibile.
"Nella prima procedura sono stati messi a disposizione per nuovi impianti 730 MW, di cui sono stati assegnati 587 MW. Nella seconda procedura, per i nuovi impianti sono stati messi a disposizione 872 MW, comprensivi della potenza non assegnata nella prima procedura, ma sono stati assegnati solo 502 MW" spiega il Ministro che aggiunge: "Dunque, non basta mettere a disposizione incentivi economici, occorre incidere anche sui vincoli che frenano gli investimenti e creare condizioni abilitanti".

DL Semplificazioni: Patuanelli sulle misure approvate

A proposito del DL Semplificazioni in vista, il Ministro riepiloga le misure urgenti per la semplificazione del sistema Italia approvate dal Governo
- La norma sui "Trasferimenti statistici di energia rinnovabile dall'Italia ad altri Paesi", che ricomprende gli accordi intergovernativi in cui l'Italia è parte attiva del trasferimento statistico e rende applicabile la disciplina già prevista in proposito anche agli accordi per trasferimenti statistici che si dovessero rendere necessari in vista degli obiettivi di produzione da FER al 2030;
- La norma che reca misure di "Semplificazione dei procedimenti autorizzativi delle infrastrutture delle reti energetiche nazionali";
- Una norma che reca la "Semplificazione dei procedimenti autorizzativi delle infrastrutture della rete di distribuzione elettrica", che peraltro - al fine di evitare una normativa disomogenea sull'intero territorio italiano disciplinante il rilascio delle autorizzazioni - prevede l'adozione di linee guida nazionali a cui le Regioni sono tenute ad adeguarsi;
- La misura di "Semplificazione dei procedimenti per l'adeguamento di centrali di produzione di energia". Quindi una procedura via semplificata per l'implementazione. Penso al repowering di tutto il parco eolico, molto importante.
Inoltre, annuncia il ministro, sarà avviato il confronto con le Regioni e le altre Amministrazioni coinvolte per l'individuazione delle aree idonee alla installazione degli impianti e annuncia che il Ministero dello Sviluppo economico sta lavorando per concludere al più presto il DM FER2, il quale è stato aggiornato con le disposizioni legislative intervenute in materia di biogas e biomasse ed al momento è oggetto di confronto con i Ministeri dell'Ambiente e delle Politiche agricole, chiamati a esprimere il proprio concerto.
"Ritengo che sia necessario accelerare sui processi di produzione di energia da fonti rinnovabili così come gli interventi di efficientamento energetico del nostro parco immobiliare che sono un altro elemento fondamentale per una politica verde che questo Governo ha a cuore" conclude il Ministro.


Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.mise.gov.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic