SafetyExpo 2018
FINANZIAMENTI
Messa in sicurezza di edifici e territorio: approvato il Modello di richiesta dei contributi
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia
area: 
Edilizia
Messa in sicurezza di edifici e territorio: approvato il Modello di richiesta dei contributi Con Decreto 27 aprile 2018 il Ministero dell'Interno ha approvato il modello di certificazione informatizzato con il quale i comuni, possono comunicare la richiesta di contributo a copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva, relative ad interventi di opere pubbliche.Ricordiamo che con Decreto 13 aprile 2018 del Ministero dell'Interno si sono già definiti gli Enti beneficiari del contributo, per gli interventi previsti dalla Legge di Bilancio 2017.

I contributi
Si tratta di contributi per interventi di opere pubbliche previsto dall'art. 41-bis del DL n. 50 del 24 aprile 2017 (convertito con modifiche dalla L.n.96/2017) nel limite di 5 milioni di euro per l'anno 2017. Per gli anni 2018 e 2019 i contributi saranno assegnati ai comuni compresi nelle zone a rischio sismico 1 e 2 per spese di progettazione definitiva ed esecutiva, relativa ad interventi di miglioramento e di adeguamento antisismico di immobili pubblici e messa in sicurezza del territorio dal dissesto idrogeologico, nel limite di 25 milioni di euro per l'anno 2018 e di 30 milioni di euro per l'anno 2019.

Il modello
Nell'allegato A al DM 27/4/2018 c'è una rappresentazione grafica del Modello vero e proprio reperibile sul sito del Ministero dell'interno - Direzione centrale della finanza locale.
Si spiega nel decreto (art.2.3) che la certificazione dovrà essere compilata esclusivamente con metodologia informatica, avvalendosi dell'apposito documento informatizzato che sarà messo a disposizione degli enti sul sito web istituzionale della Direzione centrale della finanza locale, nell'«Area Certificati».

Scadenze
Per la validità della comunicazione (si veda l'art.3), i comuni, entro il termine perentorio, a pena di decadenza, delle ore 24,00 del 15 giugno 2018 per ciascuno degli anni 2018 e 2019, dovranno trasmettere la certificazione via Modello esclusivamente con modalità telematica, munita della sottoscrizione, mediante apposizione di firma digitale, del rappresentante legale e del responsabile del servizio finanziario.
Non saranno valide altre modalità di trasmissione (art.3) e in e termini diversi da quelli previsti dal presente decreto. È facoltà dei comuni, che avessero necessità di rettificare i dati già trasmessi, inviare, sempre telematicamente, una nuova certificazione, comunque entro i termini di trasmissione fissati dall'art.3.

Riferimenti normativi:
DECRETO 27 aprile 2018 del MINISTERO DELL'INTERNO
Richiesta di contributo a copertura delle spese di progettazione definitiva ed esecutiva relative ad interventi di opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.
(GU Serie Generale n.104 del 07-05-2018)

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS