Edilizia
 DAL SAFETY EXPO 2019
Edifici di grande altezza e sicurezza antincendio: le novità della prossima RTV
7 febbraio 2020
fonte: 
area: Edilizia
Edifici di grande altezza e sicurezza antincendio: le novità della prossima RTV Per diventare uno strumento flessibile e completo, il Codice di Prevenzione Incendi si è arricchito e si sta arricchendo di specifiche RTV che si occupano di varie attività soggette. Tra quelle in via di definizione vi è anche la RTV degli edifici civili, anche di grande altezza.
Ne ha parlato lo scorso Safety Expo l'Ing. Fabrizio Piccinini (Comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Genova) mettendo in luce, in particolare, i caratteri della strategia antincendio della prossima RTV.

In questo approfondimento:
Dal DM 246 al DPR 151: la normativa sulla sicurezza antincendio degli edifici civili
• Dal Codice alla RTO fino alla RTV degli edifici civili, anche di grande altezza
I contenuti della prossima RTV
Approfondisci sulla rivista Antincendio!

Dal DM 246 al DPR 151: la normativa sulla sicurezza antincendio degli edifici civili

La sicurezza antincendio dei volumi edilizi civili, era stata ritenuta di grande importanza già a partire dal 1987, anno in cui era stato emanato il DM 246/1987 che imponeva una serie di regole da rispettare, vigenti ancora oggi e che certamente hanno contribuito a ridurre il numero degli eventi incidentali ed a contenerne i danni provocati.
Già dal 2011, con il D.P.R. 151, vi è stato un significativo passo verso una flessibilità valutativa che ammette atti amministrativi di valore proporzionale al "peso" associato ad una determinata attività soggetta, quindi, ad esempio, la vecchia attività n. 94 codificata nel lontano 1982 (edifici destinati a civile abitazione con altezza in gronda superiore a 24 metri) diventa, la n. 77 nel 2011, modificando il suo enunciato nell'uso e nell'altezza con una classificazione variabile in funzione dell'altezza, che pertanto prevede adempimenti, misure e livelli di intervento graduati in funzione del rischio associato all'altezza antincendio.

Dal Codice alla RTO fino alla RTV degli edifici civili, anche di grande altezza

Il cambiamento, iniziato nella fase di sperimentazione del Codice, già nota come "doppio binario", amplificherà i suoi effetti a breve con la piena operatività della RTO , strumento che consente di passare dalla logica del "si fa così perché lo dice la norma" ad un approccio di tipo prestazionale, quindi in base alla valutazione del progettista si potranno adottare soluzioni conformi o altri tipi di soluzioni possibili, certamente all'interno di una cornice di regole, ma con varie opportunità di scelta da parte dell'interessato.
Per diventare uno strumento flessibile e completo, il Codice si è arricchito e si sta arricchendo di specifiche RTV che si occupano di varie attività soggette. Tra quelle in via di definizione vi è anche la RTV degli edifici civili, anche di grande altezza (elaborata da un gruppo di lavoro di cui fa parte F. Piccinini, M. Battaglia, E. Gissi, L. Riggi e G. Biggi, istituito con Decreto del Capo del CNVVF n. 13 del 10-01-2019 e presentata al Comitato Centrale Tecnico Scientifico in data 19-07-2019).
La RTV in via di approvazione, mantenendo la linea tracciata dall'approccio previsto dalla RTO, supporta l'idea che l'impegno gestionale nella cultura della sicurezza, nell'accezione più ampia, possa garantire condizioni accettabili al pari di logiche prettamente strutturali, così come un investimento impiantistico possa consentire soluzioni progettuali più snelle per altre misure, ad es. nella reazione al fuoco dei materiali.

I contenuti della prossima RTV

Dopo una descrizione del campo di applicazione, gli edifici sono classificati secondo il parametro dell'altezza come significativo indice del livello di rischio crescente, nonché in relazione alle aree che compongono i volumi edilizi, definendo appartamenti, spazi comuni, piccoli e grandi depositi, locali con affollamento superiore alle 100 persone, locali tecnici ed altre eventuali aeree.
La valutazione del rischio d'incendio rimanda ai contenuti della RTO, affermando che la progettazione della sicurezza antincendio deve essere effettuata attuando la metodologia di cui al capitolo G.2. e che i profili di rischio sono determinati secondo la metodologia di cui al capitolo G.3.

Approfondisci sulla rivista Antincendio!

Edifici di civile abitazione: la RTV di prevenzione incendi integrativa del D.M. 3 agosto 2015
Fabrizio Piccinini
Antincendio n.1/2020

Conosci la rivista Antincendio?

Dal 1949 il punto di riferimento per Responsabili antincendio in azienda, progettisti, consulenti e Vigili del fuoco.Progettazione antincendio, fire safety engineering, gestione della sicurezza e sistemi di esodo, manutenzione degli impianti, novità normative e tutte le risposte ai tuoi dubbi di prevenzione incendi.
Scopri la rivista Antincendio e Abbonati!
La Rivista è disponibile per gli abbonati su PC e dispositivi mobili, in formato sfogliabile e PDF, con i singoli articoli dal 2004 ad oggi! .

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a clienti@epcperiodici.it  
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic