LA SENTENZA
Condotta abnorme del lavoratore e rispetto del compito assegnato
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia
area: 
Edilizia
Condotta abnorme del lavoratore e rispetto del compito assegnato E' abnorme soltanto il comportamento del lavoratore che, per la sua stranezza ed imprevedibilità, si ponga al di fuori di ogni possibilità di controllo da parte dei soggetti preposti all'applicazione delle misure di prevenzione contro gli infortuni sul lavoro, e che tale non è il comportamento del lavoratore che abbia compiuto un'operazione comunque rientrante nel segmento di lavoro attribuitogli.
È quanto emerge dalla sentenza della Corte di Cassazione penale n. 4916 del 01.02.2018


Il commento è a cura di S. Casarrubia, tratto dalla rubrica "Rassegna della Giurisprudenza" su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro.
Il testo della sentenza è disponibile sulla nostra Banca Dati Sicuromnia
Richiedi una settimana di accesso gratuito!

Il Fatto
Il datore di lavoro è stato condannato per l'infortunio sul lavoro subito da un proprio dipendente, per non avere messo a disposizione del lavoratore attrezzature adeguate. In particolare, in occasione della sistemazione di pedane in legno, non era stata fornita una scala doppia auto stabile munita di piattaforma di lavoro.
L'imputato si difende eccependo che la condotta del lavoratore, per la sua abnormità ed eccezionalità, aveva interferito con la serie causale così da rappresentare la causa esclusiva dell'evento, laddove lo stesso aveva agito di propria iniziativa prevedendo ed accettando le conseguenze.

Secondo la Corte
La Suprema Corte rigetta il ricorso pronunciando il principio in massima (cfr. Cass. pen. n. 16397/2015). Il lavoratore, infatti, era stato adibito a sistemare le pedane all'interno del capannone accatastandole in pile che raggiungevano l'altezza di sei metri, senza che gli fosse stata messa a disposizione una scala adeguata. L'infortunio, pertanto, costituiva diretta conseguenza della suddetta omissione, in quanto l'operaio si era issato su un muro, da cui era precipitato, per provvede all'incombente.

Conosci la Banca Dati Sicuromnia?

La banca dati di Salute e Sicurezza, Antincendio, Ambiente contiene tutta l'informazione e l'aggiornamento per i professionisti ed le aziende che devono applicare la normativa in materia di prevenzione e protezione dai rischi

Ti aggiorna quotidianamente sulle norme e sulle sentenze di recente emanazione
Ti supporta nella gestione degli obblighi di legge attraverso le tabelle di adempimento, lo scadenzario, la modulistica e le schede rapide
Ti offre un'occasione di analisi e commento attraverso la consultazione degli approfondimenti tratti dalle più importanti pubblicazione di settore
Ti mette a disposizione un esperto che risponde alle tue specifiche esigenze di chiarimento.
Ti offre inoltre un servizio di newsletter mensile che, direttamente sulla tua mail, ti segnala i più recenti contenuti inseriti in banca dati.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: