GESTIONE ACQUE

Uso irriguo delle Acque: un decreto del MiPAF

21 settembre 2015
Redazione InSic

Con Decreto del MiPAF del 31 luglio, sono state approvate le Linee Guida per la regolamentazione da parte delle Regioni delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo già previste con l'Accordo di Partenariato 2014-2020 per il settore 6.1 - Risorse idriche.



La quantificazione dei Volumi idrici
Nell'Art. 2 del Decreto 31/7/2015 si chiarisce che le modalità di quantificazione dei volumi idrici impiegati dagli utilizzatori finali per l'uso irriguo vanno regolate con atto delle Regioni e delle Province autonome nel rispetto dei criteri omogenei definiti dalle Linee guida.
Nelle Linee guida nazionali, oltre a riportare le indicazioni tecniche per la quantificazione dei volumi prelevati/utilizzati a scopo irriguo, si identificano le caratteristiche della piattaforma informatica scelta come strumento di riferimento per monitorare nel tempo i volumi idrici impiegati a fini irrigui: si tratta del SIGRIAN (Sistema Informativo Nazionale per la Gestione delle Risorse Idriche in Agricoltura), un database georeferenziato finalizzato alla raccolta ed elaborazione delle informazioni relative all'uso irriguo dell'acqua, che rappresenterà la banca dati unica di riferimento per il settore a servizio di tutte le amministrazioni e gli enti competenti e che verrà potenziato attraverso un'integrazione con le banche dati ISTAT.

Tavoli di Monitoraggio
Viene anche istituito, con l'Art. 3 del DM 31/7/2015, presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali un tavolo permanente, coordinato dal Capo del Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale, o da un suo delegato, cui partecipano il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, le Regioni e Province autonome, le Autorità di distretto idrografico, il CREA, l'ANBI (Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni), l'ISTAT e le Associazioni di categoria agricole, con l'incarico di monitorare le attività indicate nelle Linee guida anche con riferimento alla raccolta e gestione dei dati sui volumi irrigui, nonché' di proporre ulteriori documenti tesi ad uniformare i metodi di stima.

Recepimento delle Linee Guida
Si legge nel Decreto che il recepimento delle Linee guida dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2016, attraverso la stesura e approvazione di un regolamento comune tra le strutture competenti in materia di: ambiente e territorio, agricoltura e sviluppo rurale, così come organizzate funzionalmente nelle diverse Regioni e Province autonome, previo parere favorevole delle competenti Autorità distrettuali.

Riferimenti normativi:
DECRETO 31 luglio 2015 del MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
Approvazione delle linee guida per la regolamentazione da parte delle Regioni delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo.
(GU Serie Generale n.213 del 14-9-2015)



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.gazzettaufficiale.it