Tutela Ambientale
 SU AMBIENTE & SICUREZZA SUL LAVORO
Trattamento rifiuti: conclusioni sulle migliori tecniche disponibili
4 marzo 2019
fonte: 
area: Tutela ambientale
Trattamento rifiuti: conclusioni sulle migliori tecniche disponibili Lo scorso 17 agosto è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la Decisione di Esecuzione della Commissione UE 2018/1147/Ue del 10 agosto 2018 che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (Best Available Techniques, BAT) per le attività di trattamento rifiuti.
Le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili fungono da riferimento per stabilire le condizioni di autorizzazione per le installazioni di cui al capo II della direttiva 2010/75/UE. Le autorità competenti dovrebbero fissare valori limite di emissione tali da garantire che, in condizioni di esercizio normali, non si superino i livelli di emissione associati alle migliori tecniche disponibili indicati nelle conclusioni sulle BAT.
L'obiettivo principale delle conclusioni sulla BAT per le attività di trattamento dei rifiuti consiste nella riduzione delle emissioni prodotte dagli impianti di trattamento rifiuti; tuttavia, vengono disciplinate anche altre questioni ambientali, fra le quali l'efficienza energetica, l'efficienza delle risorse (consumo di acqua, riutilizzo e recupero dei materiali), la prevenzione degli incidenti, il rumore, le emissioni odorigene e la gestione dei residui.

L'articolo di Andrea Quaranta su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.2/2019 passa in rassegna le 53 singole conclusioni sulle BAT di cui:
a) 24 Best Avaible Techniques si applicano al settore nel suo insieme;
b) 29 BAT si applicano agli impianti di trattamento dei rifiuti e riguardano i trattamenti meccanici, biologici e fisico-chimici ed il trattamento dei rifiuti liquidi a base acquosa.
E sottolinea che gli impianti esistenti (quelli autorizzati prima della pubblicazione delle conclusioni sulle BAT sulla G.U.C.E.) devono conformarsi ai nuovi standard entro 4 anni, nell'ambito di un procedimento di riesame dedicato oppure nell'ambito dei provvedimenti autorizzativi rilasciati a valle di procedimenti avviati per altre ragioni: dovranno dunque essere valutati caso per caso lo stato attuale degli impianti, l'impatto delle nuove tecniche previste e l'approccio operativo e autorizzativo necessario.

Articolo completo sulla rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro.

Riferimenti bibliografici:
Trattamento rifiuti
Le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili
di Andrea Quaranta
Environmental Risk and crisis manager

Conosci la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro?

Dal 1985 un aggiornamento competente e puntuale per i professionisti della sicurezza.

Ogni anno 11 fascicoli con approfondimenti normativi, tecnici e applicativi delle leggi; risposte pratiche ai dubbi che s'incontrano nella propria professione; aggiornamenti su prodotti e servizi per la prevenzione.

Scopri la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Per abbonarsi alla rivista, compila il modulo da inviare via fax (06 33111043)

La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a clienti@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!