SafetyExpo 2018
DAL COMITATO GESTORI
Trasporto rifiuti: precisazioni sul iscrizione semplificata all'Albo Gestori
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
Trasporto rifiuti: precisazioni sul iscrizione semplificata all'Albo Gestori Con Deliberazione dell'Albo Gestori del 18 novembre, il Comitato Gestori regola le richieste documentali per l'Iscrizione all'Albo, con procedura semplificata (secondo la procedura di cui al DM 3 giugno 2014, n. 120 art. 16 comma 1 lett. a) di aziende speciali, consorzi di comuni e società di gestione dei servizi pubblici ai sensi del Codice Ambiente (Art. 212 comma 5).


In base al Codice Ambiente, l'iscrizione all'Albo va effettuata con apposita comunicazione del Comune o del Consorzio di Comuni alla sezione regionale territorialmente competente ed è valida per i servizi di gestione dei rifiuti urbani prodotti nei medesimi comuni.
A riguardo il Comitato Gestori rileva che un notevole numero dei provvedimenti d'iscrizione, con procedura semplificata, dei suddetti soggetti non riporta, al pari degli altri, gli estremi identificativi dei veicoli e le tipologie di rifiuti che possono essere trasportati dai veicoli stessi.
Per questa ragione al fine di garantire parità di trattamento, il Comitato delibera che per questi soggetti che siano in possesso di provvedimento d'iscrizione privo dei dati relativi agli estremi identificativi dei veicoli e alle tipologie di rifiuti che possono essere trasportati dai veicoli stessi dovranno presentate la comunicazione di cui al modello allegato entro il termine di novanta giorni dall'apposita richiesta formulata dalla Sezione regionale competente.
Entro il termine di trenta giorni dalla ricezione della comunicazione, le Sezioni regionali provvederanno all'aggiornamento dei provvedimenti d'iscrizione.

Riferimenti normativi:
Deliberazione 18 novembre 2015
Iscrizioni all'Albo, con procedura semplificata, ai sensi dell'articolo 212, comma 5, ultimo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e dell'articolo 16, comma 1, lettera a), del decreto 3 giugno 2014, n. 120, del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: