Norme tecniche per le Costruzioni 2018
RIFIUTI RADIOATTIVI
Stoccaggio scorie nucleari: verso il recepimento della direttiva EURATOM
fonte: 
AGI
area: 
Tutela ambientale
Stoccaggio scorie nucleari: verso il recepimento della direttiva EURATOM Il Ministro dell'Ambiente, Orlando annuncia, a breve, la presentazione il decreto di recepimento della direttiva EURATOM sullo stoccaggio e la gestione dei rifiuti radioattivi




Il governo presenterà a breve un decreto di recepimento della direttiva EURATOM (Direttiva 2011/70/EURATOM N.D.R.)che detta una nuova disciplina sullo stoccaggio e la gestione dei rifiuti radioattivi. Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando illustrando lo schema di decreto in un''audizione davanti alle commissioni riunite Ambiente e Industria del Senato.
"Il principale obiettivo del governo è che vogliamo evitare di imporre oneri indebiti alle future generazioni che possono derivare da una gestione pericolosa e poco efficiente dei rifiuti radioattivi", ha detto Orlando. Il decreto prevede anche le modalità di individuazione sul territorio dei luoghi dove saranno ospitati i depositi di stoccaggio del materiale e dello smantellamento dei siti esistenti.
"La creazione di un deposito unico nazionale, indispensabile per risolvere l'annoso problema della gestione dei rifiuti radioattivi - ha spiegato Orlando - deve essere realizzato con i più elevati standard di sicurezza e ubicato nel sito oggettivamente più idoneo;, esso consentirà di dare la giusta rilevanza con azioni concrete alla tutela della salute e dell'ambiente nell'interesse dei cittadini di oggi e di domani. L'impegno è di operare in tal senso con tempestività e bene, pur consapevoli che i tempi tecnici per tale realizzazione non saranno brevissimi e sapendo anche che tutti i passaggi dovranno essere inspirati ai principi di trasparenza e di possibilità di partecipazione dei cittadini alle scelte, compatibilmente con la necessaria riservatezza di alcune parti del processo nell'interesse nazionale". "Voglio ribadire in questa sede la disponibilità a recepire suggerimenti, indicazioni che possono venire dalla discussione prima della stesura definitiva del testo", ha concluso il ministro.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: