Norme tecniche per le Costruzioni 2018
DALL'EUROPA
Settore del Commercio: le regole EMAS per ecogestione ed audit
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
Settore del Commercio: le regole EMAS per ecogestione ed audit La decisione 2015/801 della Commissione UE regola le caratteristiche del documento di riferimento sulla migliore pratica di gestione ambientale, sugli indicatori di prestazione ambientale settoriale e sugli esempi di eccellenza per il settore


In Gazzetta Ufficiale europea (L 127 del 22 maggio 2015) è stata pubblicata la Decisione 2015/801 della Commissione UE in materia di ecogestione ed audit (EMAS) per il settore del commercio al dettaglio.
La Decisione riguarda il documento di riferimento sulla migliore pratica di gestione ambientale, sugli indicatori di prestazione ambientale settoriale e sugli esempi di eccellenza per il settore del commercio al dettaglio ai sensi del Regolamento EMAS regolamento (CE) n. 1221/2009. Il regolamento impone alla Commissione di elaborare documenti di riferimento settoriali in consultazione con gli Stati membri: tali documenti devono includere la migliore pratica di gestione ambientale, indicatori di prestazione ambientale per settori specifici e, ove opportuno, esempi di eccellenza nonché sistemi di classificazione che consentano di determinare i livelli delle prestazioni ambientali. Tali documenti sono necessari per aiutare le organizzazioni a concentrarsi maggiormente sugli aspetti ambientali più importanti di un dato settore,

La Decisione riporta in allegato il Documento di riferimento settoriale sulla migliore pratica di gestione ambientale, sugli indicatori di prestazione ambientale settoriale e sugli esempi di eccellenza per il settore del commercio al dettaglio
In base all'articolo 2, l'azienda del settore del commercio al dettaglio registrata a EMAS è tenuta a dimostrare nella dichiarazione ambientale come siano state applicate le migliori pratiche di gestione ambientale e gli esempi di eccellenza di cui al documento di riferimento settoriale per identificare misure e azioni ed eventualmente stabilire le priorità per migliorare la prestazione ambientale.
Si chiarisce comunque, nell'articolo 3 come le organizzazioni registrate a EMAS non sono obbligate a realizzare gli esempi di eccellenza identificati nel documento di riferimento settoriale, vista la natura volontaria di EMAS.

Riferimenti normativi:
DECISIONE (UE) 2015/801 DELLA COMMISSIONE del 20 maggio 2015
relativa al documento di riferimento sulla migliore pratica di gestione ambientale, sugli indicatori di prestazione ambientale settoriale e sugli esempi di eccellenza per il settore del commercio al dettaglio a norma del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio sull'adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS)

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: