Safety Expo 2017
TRACCIABILITÀ RIFIUTI
SISTRI: slittano i termini per la semplificazione delle procedure
fonte: 
area: 
Tutela ambientale
SISTRI: slittano i termini per la semplificazione delle procedure La conversione in legge del Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 (DL #AmbienteProtetto) con L. 11 agosto 2014, n. 116 (in S.O. n. 72, relativo alla G.U. 20/8/2014, n. 192) porta con se qualche novità in materia di SISTRI, le cui procedure di ottimizzazione e semplificazione operativa vengono rimandate al 31 dicembre 2014.

Rinvio dell'ottimizzazione e semplificazione del SISTRI
L'articolo 14 del DL 91/2014, specificatamente dedicato al SISTRI modifica il termine del 3 marzo 2014, fissato con DL 101/2014 (art. 11 co 8) rinviando la Semplificazione e ottimizzazione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti al 31 dicembre 2014 (e non più entro il 3 marzo 2014). Inoltre, viene introdotto il comma 9 bis all'articolo 11 (del DL 101/2014) dove si stabilisce che il termine finale di efficacia del contratto con Selex service management s.p.a viene fissato al 31 dicembre 2015.

Entro il 30 giugno 2015 la gara per l'affidamento della concessione del servizio
Si stabilisce però anche che, entro il 30 giugno 2015, il Ministero dell'ambiente dovrà avviare le procedure per l'affidamento della concessione del servizio nel rispetto dei criteri e delle modalità di selezione disciplinati dal Codice Appalti e dalle norme dell'Unione europea di settore, "nonché dei principi di economicità, semplificazione, interoperabilità tra sistemi informatici e costante aggiornamento tecnologico". All'attuale società concessionaria del SISTRI verrà garantito l'indennizzo dei costi di produzione consuntivati sino al 31 dicembre 2015, previa valutazione di congruità dell'Agenzia per l'Italia digitale, nei limiti dei contributi versati dagli operatori alla predetta data.

Imprenditori agricoli
L'articolo 14 al comma 8 bis del DL 91/2014 introduce una previsione per gli imprenditori agricoli: viene aggiunto il comma 1-quinquies all'articolo 190 del Codice Ambiente, permettendo loro di sostituire il registro di carico e scarico con la conservazione della scheda SISTRI in formato fotografico digitale inoltrata dal destinatario. L'archivio informatico e' accessibile on-line sul portale del destinatario, in apposita sezione, con nome dell'utente e password dedicati".

SISTRI in Campania
La Legge di conversione del DL #AmbienteProtetto (L. n.116/2014) poi, introduce un articolo al DL 91/2014, l'Art. 12 - bis che modifica a sua volta il DL 136/2013 (Disposizioni urgenti dirette a fronteggiare emergenze ambientali e industriali ed a favorire lo sviluppo delle aree interessate): si aggiunge un comma il 6-septies all'articolo 1 del DL 136/2013 per il quale si prevede l'emanazione di un decreto (MinAmb-Ministero Politiche agricole) per disciplinare l'interconnessione da parte del Corpo forestale dello Stato al SISTRI, al fine di intensificarne l'azione di contrasto alle attività illecite di gestione dei rifiuti, con particolare riferimento al territorio campano.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.gazzettaufficiale.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: