RIFIUTI

Raccolta differenziata: online i dati dei Comuni italiani

22 maggio 2015
Redazione InSic

Ispra riporta l'avvio del sito che riporta i dati sulla raccolta differenziata elaborati e acquisiti a partire dal MUD e dettagliati per frazione merceologica dal 2010 al 2013



ISPRA riporta la pubblicazione dei dati sulla produzione e la raccolta differenziata dei rifiuti urbani sul sito: http://www.catasto-rifiuti.isprambiente.it/
I dati vengono aggiornati annualmente dall'ISPRA e le informazioni sono acquisite, elaborate e pubblicate dall'Istituto grazie al contributo delle sezioni regionali del Catasto e, in generale, di tutti i soggetti pubblici detentori dell'informazione, nonché attraverso il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD).

Le informazioni, si spiega in un comunicato sono estremamente dettagliate e suddivise anche per frazione merceologica (carta, legno, plastica, rifiuti elettronici ecc.): la copertura temporale riguarda gli anni 2010, 2011, 2012 e 2013.
Prossimamente due nuove sezioni: una inerente il quadro degli impianti di gestione dei rifiuti urbani localizzati sull'intero territorio nazionale (discariche, inceneritori, coinceneritori, impianti di compostaggio, digestione anaerobica, trattamento meccanico biologico), l'altra relativa ai costi sostenuti dai comuni per il servizio di igiene urbana (raccolta, trasporto, gestione).

Sarà anche possibile confrontare i dati, in quanto frutto di elaborazioni standardizzate, condotte applicando la medesima metodologia per tutti i contesti territoriali; la metodologia di ISPRA ha il pregio di rendere i dati sempre comparabili sia spazialmente (da una regione all'altra) che temporalmente (da un anno all'altro).



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.catasto-rifiuti.isprambiente.it