SafetyExpo 2018
TRACCIABILITÀ RIFIUTI
Quesito: quali soggetti sono tenuti ad aderire al SISTRI
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Tutela ambientale
Quesito: quali soggetti sono tenuti ad aderire al SISTRI Il Ministero dell'Ambiente ha pubblicato le risposte a diversi quesiti in materia di SISTRI (raccolti in un quadro sinottico di sintesi), a seguito dell'entrata in vigore del Sistema il 1 ottobre scorso.
Proponiamo alcuni dei quesiti a cui il Ministero ha dato risposta, in materia di soggetti tenuti all'adesione al Sistema
.

Il Quesito


Sono obbligati all'operatività del Sistri, prevista per il 1° ottobre i "nuovi produttori", solo nel caso di produzione di rifiuti pericolosi, anche se derivanti dal trattamento di rifiuti non pericolosi?
Inoltre, l'obbligo di adesione al Sistri riguarda tutti i rifiuti pericolosi, o solo gli speciali pericolosi?

Secondo il Ministero

I nuovi produttori sono obbligati ad aderire se trattano o producono rifiuti pericolosi.
Possono verificarsi le seguenti ipotesi:
- trattamento di RP e produzione di RP = Sistri SI come gestore e Sistri SI come nuovo produttore;
- trattamento di RP e produzione di RNP = Sistri SI come gestore e Sistri NO come nuovo produttore;
- trattamento di RNP e produzione di RP = Sistri NO come gestore e Sistri SI come nuovo produttore;
- trattamento di RNP e produzione di RNP = Sistri NO come gestore e NO come nuovo produttore.

Quanto al secondo quesito, la nuova formulazione dell'art. 11 del dl 101/2013 dettaglia con precisione le categorie dei soggetti obbligati, distinguendo gli obblighi con riferimento ai Rifiuti speciali pericolosi e ai Rifiuti urbani pericolosi: "1. Sono tenuti ad aderire al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all'articolo 188-bis, comma 2, lettera a), gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale compresi i vettori esteri che operano sul territorio nazionale, o che effettuano operazioni di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti urbani e speciali pericolosi, inclusi i nuovi produttori che trattano o producono rifiuti pericolosi".

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.sistri.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: