Norme tecniche per le Costruzioni 2018
IMPATTI AMBIENTALI
Parlamento UE: sotto VIA anche l'esplorazione ed estrazione di idrocarburi
fonte: 
Parlamento europeo
area: 
Tutela ambientale
Parlamento UE: sotto VIA anche l'esplorazione ed estrazione di idrocarburi Il Parlamento europeo ha approvato mercoledì una modifica alla legislazione esistente( Dir. 2011/92/EU n.d.r.) per far sì che le attività di esplorazione ed estrazione d'idrocarburi non convenzionali siano oggetto di studi d'impatto ambientale.I deputati chiedono anche misure per ridurre i conflitti d'interesse e garantire che il pubblico sia informato e consultato.
La direttiva sulla valutazione dell´impatto ambientale (VIA) si applica a progetti sia pubblici sia privati e stabilisce alcuni criteri, tra cui le informazioni che devono essere presentate alle autorità nazionali per un progetto prima della sua approvazione. La legislazione copre una vasta gamma di progetti, che spaziano dalla costruzione di ponti agli allevamenti intensivi di suini."Abbiamo rivisto questa normativa fondamentale per allinearla alle nuove priorità dell'Europa, come i terreni, l'uso delle risorse, il rispetto per la biodiversità. La fratturazione idraulica desta preoccupazione. Abbiamo anche previsto criteri chiari per evitare conflitti di interesse e per coinvolgere il pubblico", ha detto il relatore Andrea Zanoni (ALDE, IT). La sua relazione è stata approvata con 332 voti favorevoli, 311 contrari e 14 astensioni. Il relatore è stato anche incaricato di iniziare i negoziati con gli Stati membri.

Gas di scisto: valutazione d'impatto obbligatoriaL'attuale legislazione copre progetti di estrazione di gas naturale per almeno 500.000 metri cubi al giorno. I deputati desiderano includere tutte le attività di esplorazione e lo sfruttamento d'idrocarburi non convenzionali (gas di scisto, petrolio, gas di carbone, ecc.), compresi i progetti di estrazione di gas di scisto, che spesso coinvolgono volumi inferiori a causa del processo di fatturazione della roccia.La proposta comprende misure volte a combattere i conflitti d'interesse, introducendo l'obbligo di avvalersi di esperti competenti, obiettivi e indipendenti.I deputati propongono inoltre misure volte a garantire che il pubblico sia informato e consultato, in conformità con la Convenzione di Aarhus.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.europarl.europa.eu 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: