APPROFONDIMENTO

La storia sbagliata del MUOS in Sicilia

5 maggio 2015
Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Il sistema di comunicazione satellitare MUOS (Mobile User Objective System) prevede la realizzazione di quattro satelliti e di quattro stazioni terrestri: una di queste è stata localizzata in Sicilia, nel Comune di Niscemi, all'interno di una riserva naturale orientata e di un SIC (sito di importanza comunitaria), nonché in area sottoposta a vincolo paesaggistico e inserita nella rete ecologica "Natura 2000".

Dopo la strenua opposizione del comitato NO MUOS, e una serie di ben cinque differenziati ricorsi, il TAR di Palermo si è pronunciato nel merito, accogliendo le tesi ambientaliste.

L'articolo di Andrea Quaranta, pubblicato sulla rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro 4/2015, riporta una sintesi storica della lunga vicenda del MUOS, una storia piena di ripensamenti, di errori di valutazione, di prese di posizione affrettate, di continui mutamenti di orientamento, di mancate valutazioni, sullo sfondo di una normativa in perenne mutazione e di come il TAR di Palermo ne è venuto a capo.

Riferimenti:
Onde pericolose: la storia sbagliata del MUOS in Sicilia
A.Quaranta

Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.4/2015


PER SAPERNE DI PIù
Scopri tutti gli articoli della tutela ambientale del numero di aprile della rivista
Clicca qui per maggiori informazioni e per abbonarsi alla rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Clicca qui per richiedere una copia omaggio.



Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  

Allegati

Onde pericolose: la storia sbagliata del MUOS in Sicilia - A.Quaranta - Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.4/2015
- Quaranta_AML_4_2015.pdf (1151 kB)

Potrebbe interessarti anche

Incenerimento rifiuti: un commento alla recente normativa
DL #SbloccaItalia, un commento su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro n.1/2015