SafetyExpo 2018
GESTIONE AMBIENTALE
ISO 14001: disponibile il calendario del nuovo piano di pubblicazione
fonte: 
UNI
area: 
Tutela ambientale
ISO 14001: disponibile il calendario del nuovo piano di pubblicazione Il nuovo piano di pubblicazione dei documenti è stato deciso durante la riunione dello scorso giugno dell'ISO/TC 207 "Environmental management" - il comitato tecnico internazionale incaricato della revisione della norma ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale.

Le date del nuovo calendario

Prevista inizialmente per il gennaio 2015, la data di pubblicazione della nuova ISO 14001 è stata rimandata al giugno dello stesso anno.
Lo spostamento della data di pubblicazione della nuova edizione della ISO 14001 è dovuto alla sua evoluzione. Il primo progetto di documento (CD1) generato dal comitato di esperti e pubblicato nel marzo 2013 ha suscitato parecchi commenti da parte dei comitati nazionali, sia nella forma che nei contenuti, sui quali sta lavorando il sottocomitato tecnico ISO/TC 207 SC1.
Il nuovo calendario adottato che definisce le fasi di pubblicazione della nuova ISO 14001 è il seguente:
- 6-11 ottobre 2013: esame dei commenti sul documento CD1
- novembre 2013: pubblicazione del CD2
- marzo-maggio 2014: esame dei commenti sul documento CD2 e passaggio allo stadio di progetto di norma internazionale (DIS)
- settembre-novembre 2014: voto sul progetto (DIS)
- marzo-aprile 2015: voto sul progetto finale (FDIS)
- giugno 2015: pubblicazione della norma ISO 14001:2015.

Per quanto riguarda la certificazione secondo la versione 2015, nessuna modalità è stata al momento proposta. L'ISO-International Organization for Standardization ha però già indicato un periodo di transizione della durata di 2 anni

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.uni.com 
Selezionate per te da InSic
uni   |  iso 14001
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: