Norme tecniche per le Costruzioni 2018
LA NORMATIVA
ILVA: salta la conversione del DL 100/2014
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Tutela ambientale
ILVA: salta la conversione del DL 100/2014 Un comunicato pubblicato in GU (n.215 del 16-9-2014) del Ministero della Giustizia informa della mancata conversione del decreto-legge 16 luglio 2014, n. 100, recante: «Misure urgenti per la realizzazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria per le imprese sottoposte a commissariamento straordinario».

Maggiori informazioni sul decreto sono disponibili sulla notizia precedente che riportiamo in basso e che fa il punto sulle misure che avrebbero dovuto entrare in vigore con la conversione in Legge.

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge 16 luglio 2014, n. 100 che non è stato convertito per tempo e che dettava Misure urgenti per la realizzazione del piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria per le imprese sottoposte a commissariamento straordinario. Nel provvedimento poi non convertito, si modificava il DL Salva Ilva permettendo all'impresa commissariata di contrarre finanziamenti prededucibili

Il DL 100/2014 si rivolgeva in particolare all'ILVA di Taranto, apportando modifica all'articolo 2 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 61, (convertito, in L. 3 agosto 2013, n. 89): dopo il comma 3-bis, veniva aggiunto il seguente: 3-ter in base al quale si richiedeva che
-entro il 31 luglio 2015 fosse attuato almeno l'ottanta per cento delle prescrizioni, il piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria che prevede le azioni e i tempi necessari per garantire il rispetto delle prescrizioni di legge e dell'a.i.a (art. 1 co 5 del DL 61/2013 )
-entro il 31 dicembre 2015 avrebbe dovuto essere presentata una relazione sulla osservanza delle prescrizioni del piano da parte del commissario straordinario, al Ministero dell'Ambiente e all'ISPRA

Nel decreto legge 100/2014 si stabiliva che la Batteria 11 doveva essere messa fuori produzione e le procedure per lo spegnimento all'entrata in esercizio della Batteria 9 e della relativa torre per lo spegnimento del coke, doccia 5, dovevano essere avviate entro e non oltre il 30 giugno 2016. "Il riavvio dell'impianto avrebbe dovuto essere valutato dall'Autorità competente sulla base di apposita richiesta di ILVA S.p.A. nell'ambito della verifica sull'adempimento delle prescrizioni".
L'AFO/5 avrebbe dovuto essere messo fuori produzione e le procedure per lo spegnimento all'entrata in esercizio dell'AFO/1 devono essere avviate entro e non oltre il 30 giugno 2015. Anche in questo caso il riavvio dell'impianto dovrà essere valutato dall'Autorità competente sulla base di apposita richiesta di ILVA.

Infine, il decreto legge 100/2014 avrebbe modificato il decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101 (convertito in L. 125/2013) permettendo all'impresa commissariata di contrarre finanziamenti, prededucibili a norma dell'articolo 111 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, funzionali a porre in essere le misure e le attività di tutela ambientale e sanitaria ovvero funzionali alla continuazione dell'esercizio dell'impresa e alla gestione del relativo patrimonio. Ciò sulla base delle attestazioni rilasciate dal Ministro dell'ambiente sentito il Ministro dello sviluppo economico, relativamente alle misure e alle attività di tutela ambientale e sanitaria. In caso di finanziamenti funzionali alla continuazione dell'esercizio dell'impresa e alla gestione del relativo patrimonio, l'attestazione è di competenza del Ministro dello sviluppo economico, sentito il Ministro dell'ambiente.
L'attestazione, si leggeva nel DL 100/2014, poi non convertito, può riguardare anche finanziamenti individuati soltanto per tipologia, entità e condizioni essenziali, sebbene non ancora oggetto di trattative.

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
COMUNICATO

Mancata conversione del decreto-legge 16 luglio 2014, n. 100, recante: «Misure urgenti per la realizzazione del piano delle misure e delle attivita' di tutela ambientale e sanitaria per le imprese sottoposte a commissariamento straordinario». (14A07123) (GU Serie Generale n.215 del 16-9-2014)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.gazzettaufficiale.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: