Norme tecniche per le Costruzioni 2018
IN GAZZETTA
Gas fluorurati: arrivano le sanzioni
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Tutela ambientale
Gas fluorurati: arrivano le sanzioni Sulla Gazzetta ufficiale n. 74 del 28 marzo è stato pubblicato il D.Lgs. 5 marzo 2013, n. 26 che contiene la "Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra".

Il decreto era stato annunciato nel Consiglio dei ministri del 5 ottobre 2012 e segue alla pubblicazione del D.P.R. n.43/2012, del 27/01/2012 che conteneva l'attuazione del regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra, ma che non conteneva riferimenti alle sanzioni per violazioni della detta disciplina.
Nei quattordici articoli che compongono il decreto si fanno riferimento a diverse tipologie di violazioni degli obblighi contenuti nel regolamento (CE) n. 842/2006.
Si fa riferimento alla violazione degli obblighi in materia di contenimento delle perdite di gas fluorurati (art. 3) o di recupero dei gas (art. 4) nei casi di operatore che si avvalgano di persone che non siano in possesso del pertinente certificato o che non tengano il registro dell'apparecchiatura o il registro del sistema o lo redigano non correttamente (da 500,00 euro a 5.000,00 euro).
L'articolo 5 analizza poi le violazioni degli obblighi a carico delle imprese: si fa riferimento alle attività di presa in consegna di gas fluorurati ad effetto serra utilizzando personale non in possesso del pertinente certificato (sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000,00 euro a 100.000,00 euro), o le le imprese che svolgono le attività disciplinate dai regolamenti (CE) n. 303/2007 e n. 304/2007 senza essere in possesso del pertinente certificato (sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000,00 euro a 100.000,00 euro).

Nell'articolo 6 si evidenziano le violazioni materia di trasmissione delle informazioni: il produttore, l'importatore o l'esportatore che non trasmette la relazione sui gas fluorurati o che la trasmette in modo inesatto o comunque non conforme alle disposizioni di cui all'articolo 1 del regolamento (CE) n. 1493/2007 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000,00 euro a 10.000,00 euro.

Riferimenti specifici riguardano poi, nell'articolo 7 l'etichettatura dei prodotti e delle apparecchiature sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000,00 euro a 50.000,00 euro per chiunque immette in commercio i prodotti sprovvisti di etichetta o nel caso in cui l'etichetta non sia conforme.

L'articolo 8 riporta la violazione di specifiche condizioni d'uso di alcune sostanze come esafluoruro di zolfo o preparati a base di esafluoruro di zolfo nella pressofusione del magnesio o per il riempimento degli pneumatici, (punito con l'arresto da tre mesi a nove mesi o con l'ammenda da 50.000,00 euro a 150.000,00 euro).

L'articolo 9 indica che chiunque immette in commercio prodotti e apparecchiature che contengono gas fluorurati ad effetto serra elencati nell'allegato II del regolamento o il cui funzionamento dipende da tali gas, salvo che la data di fabbricazione è precedente all'entrata in vigore del relativo divieto di immissione in commercio, è punito con l'arresto da tre mesi a nove mesi o con l'ammenda da 50.000,00 euro a 150.000,00 euro.

Infine un riferimento alla violazione dell'obbligo di registrazione al Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, recentemente attivato anche in Italia (vedi notizia collegata in fondo): le imprese inadempienti sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000,00 euro a 10.000,00 euro.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: